• Testo interrogazione a risposta scritta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/04551 [Condurre gli immigrati nel Centro di soccorso e prima accoglienza di Lampedusa]



FERRANTE - Al Ministro dell'interno - Premesso che:

da un lancio dell'agenzia di stampa Ansa del 9 febbraio 2011, delle ore 15.34, si apprende che: «"Nelle ultime 24 ore a Lampedusa sono sbarcati oltre 200 migranti su più imbarcazioni. Il primo gruppo (circa 30) è stato portato in albergo in nottata, appena giunto sull'isola, gli altri sono rimasti all'addiaccio fino all'arrivo del traghetto che li ha portati a Porto Empedocle". Lo dice Peppino Palmeri, capogruppo del Pd al Consiglio comunale (...). "A Lampedusa - aggiunge (...) - c'è un centro di primo soccorso, tutt'ora aperto e funzionante 24 ore su 24, i cui dipendenti sono stati messi in cassa integrazione. Il centro può ospitare fino a 850 persone, ma in passato ne ha accolte più di 2.000"». Non si comprende perché il centro funzionante rimanga vuoto e i migranti vengano lasciati al freddo sul molo Favaloro per ore ed ore;

l'unico commento, oltre allo sdegno per come non vengano rispettati i più elementari diritti umani e civili nel nostro Paese, è quello di dire "ci risiamo". Questo perché l'interrogante su una vicenda analoga aveva già depositato un atto di sindacato ispettivo, 4-04057, a cui non è stata data ancora nessuna risposta;

in quel caso le 13 persone dopo le procedure di identificazione, avvenute nella notte tra il 29 e il 30 ottobre 2010, furono accompagnate nel villaggio hotel "Macondo", sito in contrada San Fratello 2 in Lampedusa, e non già nel Centro di soccorso e prima accoglienza di Vallone Imbriacole, che in quel momento era vuoto e che da tempo ormai non registra la presenza di immigrati,

si chiede di conoscere:

quali siano i soggetti, e con quali motivi, che inducano le Forze dell'ordine a condurre gli immigranti in strutture alberghiere, o a lasciarli all'addiaccio sui moli, invece di condurli nelle strutture di accoglienza preposte ed in particolare nel Centro di soccorso e prima accoglienza di Lampedusa, come vorrebbe l'elementare rispetto del principio della legalità e dell'accoglienza;

se la decisione di far pernottare i migranti sbarcati a Lampedusa in residence, in particolare come già evidenziato al "Macondo", sia stata già presa altre volte e, conseguentemente, quanto sia costata alla collettività questa operazione, a giudizio dell'interrogante incomprensibile.