• Testo interrogazione in commissione

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/03993 [Sostenere il comparto agro-alimentare]



NASTRI. - Al Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali. - Per sapere - premesso che:
secondo i dati fomiti da Eurostat l'Italia ha chiuso il 2010 con una flessione del reddito pro-capite degli agricoltori del 3,3 per cento, rispetto al precedente anno;
tale risultato rappresenta tra i peggiori rendimenti dei 27 Paesi dell'Unione europea considerando che i redditi reali degli agricoltori europei è cresciuto del 12,3 per cento;
i dati suesposti costituiscono un divario che desta segnali di allarme fra le imprese agricole nazionali, nonostante i tempestivi ed adeguati interventi adottati dal Ministro interrogato e dal Governo Berlusconi, a sostegno del comparto agricolo nazionale;
a giudizio degli operatori di categoria, le motivazioni della scarsa crescita reddituale delle imprese agricole e agro-alimentari nazionali, sono riconducibili a una duplice causa, che quotidianamente penalizza le imprese del settore: da una parte il «furto» d'identità e di immagine che in maniera invadente, introduce in commercio il cibo proveniente da chissà quale parte del mondo e presentato come prodotto agro-alimentare italiano; dall'altra il «furto» di valore aggiunto che vede sottopagati i nostri prodotti agricoli senza alcun beneficio per i consumatori;
se non ritenga opportuno valutare l'opportunità di sostenere il comparto agro-alimentare in particolare il settore delle piccole e medie imprese, promuovendo un'iniziativa normativa ad hoc posto che, in molti casi, non risulta possibile coprire i costi di produzione.
(5-03993)