• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.0/02464/067/ ... [Personale di ruolo nelle università statali]



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/2464/67/05 presentato da MARIO PITTONI
mercoledì 1 dicembre 2010, seduta n. 449

La 5 Commissione permanente del Senato,
premesso che:
alcune università presentano un valore del fondo di finanziamento ordinario inferiore rispetto al valore derivante dal modello per la ripartizione teorica elaborato dai competenti organismi di valutazione del sistema universitario;
ai sensi dell'articolo 51, comma 4, della legge 27 dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni, le spese fisse e obbligatorie per il personale di ruolo delle università statali non possono eccedere il 90 per cento dei trasferimenti statali sul fondo per il finanziamento ordinario;
ai sensi della suddetta disposizione le università nelle quali la spesa per il personale di ruolo abbia ecceduto nel 1997 e negli anni successivi il predetto limite possono effettuare assunzioni di personale di ruolo il cui costo non superi, su base annua, il 35 per cento delle risorse finanziarie che si rendano disponibili per le cessazioni dal ruolo dell'anno di riferimento;
secondo quanto riportato nella relazione tecnica del Ministro dell'istruzione, università e ricerca, le economie lorde, conseguenti alle disposizioni dell'articolo 66, comma 13 del decreto legge 112/2008, possono essere stimate secondo i seguenti importi in migliaia di euro:
2011: 316.622; 2012: 417.077, 2013: 455.240;
l'articolo 1, comma 3 del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180, convertito, con modificazioni, nella legge 1/2009, stabilisce che "Per il triennio 2009-2011, le università statali, fermi restando i limiti di cui all'articolo 1, comma 105, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, possono procedere, per ciascun anno, ad assunzioni di personale nel limite di un contingente corrispondente ad una spesa pari al cinquanta per cento di quella relativa al personale a tempo indeterminato complessivamente cessato dal servizio nell'anno precedente,
impegna il Governo a:
prevedere, nei casi delle università il cui valore del fondo di finanziamento sia inferiore rispetto al valore determinato in sede di valutazione meritocratica, o che superino il limite di cui alla citata legge 27 dicembre 1997, n. 449, la rideterminazione del limite delle assunzioni di cui all'articolo 1, comma 3 del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180 (convertito nella legge 1/2009), in un contingente corrispondente ad una spesa pari al venti per cento di quella relativa al personale a tempo indeterminato complessivamente cessato dal servizio nell'anno precedente.
(0/2464/67/5)
PITTONI