• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.0/02464/016/ ... [Agevolazioni aggiuntive per i cittadini colpiti dagli eventi in Veneto]



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/2464/16/05 presentato da GIANPIERO D'ALIA
mercoledì 1 dicembre 2010, seduta n. 449

La 5 Commissione permanente del Senato,
in sede di esame del disegno di legge di stabilità per il 2011,
premesso che:
ha raggiunto dimensioni tragiche il bilancio dei danni causati dal maltempo dei giorni scorsi che ha colpito il Veneto: tre morti, oltre 3000 sfollati, colpiti 121 Comuni e più di 500 mila persone, devastate le zone agricole e danneggiate irreparabilmente quelle industriali;
nonostante la positiva iniziale risposta data dalle banche in termini di elargizioni di fondi, di contribuzioni speciali, di moratorie sulle rate dei mutui delle prime case, la situazione in cui versano i cittadini è drammatica e rischia di diventare irrecuperabile se non saranno adottate misure straordinarie;
secondo la Confederazione italiana agricoltori ci si trova davanti "ad una vera e propria devastazione nelle cinque regioni colpite, ma soprattutto quella veneta è totalmente in ginocchio/ specialmente le provincie di Vicenza, Padova e Verona. Tantissime le imprese agricole che hanno subìto danni ingenti alle strutture (cantine, stalle e serre) e sono finite sott'acqua. Scenario tragico anche per gli alleva menti e le coltivazioni (cereali/ vitigni, oliveti, tabacco, piante e fiori, ortaggi e radicchio), completamente distrutte";
l'industria in generale ed il settore manifatturiero in particolare, fiore all'occhiello del Veneto, e distretto che ha saputo reagire meglio alla crisi, dando concreti segnali di ripresa produttiva e occupazionale, è in ginocchio, con capannoni distrutti e macchine inutilizzabili;
l'esondazione di numerosi fiumi nelle province di Vicenza, Verona e Padova ha invaso e reso inutilizzabili migliaia di abitazioni e di attività commerciali ed imprenditoriali;
il Presidente della Regione Veneto, ha quantificato in un miliardo di euro le risorse necessarie per mettere in sicurezza il territorio, per il ripristino delle infrastrutture e dei collegamenti e per un ristoro parziale dei danni subiti dai cittadini e dalle imprese;
dai cittadini, tuttavia, emerge la richiesta di ulteriori interventi del Governo che alleggeriscano i danni economici subiti a causa dell'alluvione;
impegna il Governo:
a valutare la necessità ed opportunità di prevedere misure agevolative aggiuntive per i cittadini colpiti dagli eventi alluvionali dei giorni scorsi, in particolare prendendo in considerazione la sospensione degli studi di settore e dei pagamenti IRES e IRAP di novembre e quella dell'IVA di dicembre, nonché dei contributi previdenziali per i cittadini e contribuenti veneti.
(0/2464/16/5)
D'ALIA, POLI BORTONE, BIANCHI, GIAI, GUSTAVINO, SERRA, SBARBATI, PINZGER, PETERLINI