• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/03687-A/018 [Azioni di boicottaggio nei confronti di Israele da parte di alcune università italiane]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/3687-A/18 presentato da EMANUELE FIANO testo di martedì 30 novembre 2010, seduta n.404

La Camera,
esaminato il disegno di legge n. 3687-A, recante norme in materia di organizzazione delle università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l'efficienza del sistema universitario;
premesso che:
l'articolo 33 della Costituzione riconosce la libertà dell'insegnamento dell'arte e della scienza e l'autonomia delle università;
l'articolo 1 del disegno di legge definisce le università «sede primaria di libera ricerca e di libera formazione», nonché «luogo di apprendimento ed elaborazione critica delle conoscenze» e ri conosce loro il compito di operare «per il progresso culturale, civile ed economico della Repubblica»;
da alcuni anni a questa parte si succedono iniziative ed appelli al boicottaggio delle università e degli accademici israeliani da parte delle università italiane;
all'inizio di marzo di quest'anno tre università italiane (Pisa, Roma «'La Sapienza» e Bologna) hanno aderito con proprie iniziative alla «Israeli Apartheid Week», che aveva per tema «Boicottaggio, disinvestimento, sanzioni», con l'idea di promuovere contro Israele misure punitive come quelle che colpirono a suo tempo l'Africa dell'apartheid;
le azioni di boicottaggio - rivolte unicamente contro l'unico Stato democratico dell'area medio-orientale - confliggono con il principio costituzionale della libertà dell'insegnamento;
già il 12 maggio 2005 il Senato della Repubblica approvò una mozione, a prima firma del senatore Compagna, che impegnava il Governo ad adottare una serie di misure per fronteggiare il fenomeno,

impegna il Governo

ad assumere tutte le iniziative in suo potere - riaffermando quei valori di libertà intellettuale irrinunciabili nella vita universitaria e anche sollecitando i massimi organi dell'autonomia universitaria (Consiglio Universitario Nazionale e Conferenza dei Rettori) - per scongiurare il ripetersi di iniziative di boicottaggio che calpestano la libertà di esprimersi nei nostri atenei in maniera unidirezionale.
9/3687-A/18.Fiano, Fassino, Tempestini, Veltroni, Franceschini, Nirenstein, Vaccaro, Ruben.