• Testo interrogazione a risposta orale

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.3/01339 [Trasferimento del pericoloso capo del clan dei casalesi Antonio Iovine nel carcere di Badu e' Carros, a Nuoro]



MELIS, SORO, CALVISI, FADDA, MARROCU, ARTURO MARIO LUIGI PARISI, PES e SCHIRRU. Al Ministro della giustizia. - Per sapere - premesso che:
risulta che in data 21 novembre è stato trasferito nel carcere di Badu e' Carros, Nuoro, dall'istituto di Secondigliano, il pericoloso capo del clan dei casalesi Antonio Iovine, arrestato dalle forze dell'ordine il 17 novembre a Casal di Principe;
il carcere di Badu e' Carros, per struttura e per carenze del suo personale mal si presta a custodire detenuti sottoposti al regime dell'articolo 41-bis;
in data 5 ottobre 2010 il Governo, rispondendo nella persona della sottosegretaria senatrice Maria Elisabetta Alberti Casellati a un'atto di sindacato ispettivo degli interroganti (n. 5-03527), aveva escluso perentoriamente che il nuovo braccio in costruzione nel carcere nuorese fosse destinato alla custodia di detenuti sottoposti a tale regime speciale, rassicurando quanti avevano espresso preoccupazioni circa l'invio a Nuoro di detenuti sottoposti al regime del 41-bis;
si sono manifestate in queste ore vive preoccupazioni delle istituzioni locali, a cominciare da quelle del sindaco di Nuoro, nonché dei sindacati degli agenti penitenziari e della stampa, di fronte ad un trasferimento giudicato non solo inadeguato alle condizioni del carcere ma anche sconsigliabile, tenuto conto di eventi non dimenticati risalenti a qualche anno fa, quando proprio a Nuoro la presenza di detenuti in simile stato ha generato conseguenze tragiche, sia sul piano dell'ordine interno al carcere sia su quello del «contagio» del territorio (diffusione in Sardegna di inediti reati di banda armata, terrorismo e associazione mafiosa);
la Sardegna è già oggi gravata da pesanti servitù nello specifico settore carcerario, che ne penalizzano ulteriormente lo stato di regione in crisi, con altissimi tassi di disoccupazione e presenza di un manifesto disagio sociale -:
quale sia il motivo che ha indotto il Governo a smentire così clamorosamente e a distanza di tanto poco tempo gli impegni assunti in occasione della risposta all'interrogazione n. 5-03527;
se non ritenga il Ministro di dover disporre quanto prima il trasferimento del detenuto Iovine ad altra struttura più idonea, in un contesto territoriale meno a rischio di quello della provincia di Nuoro;
se in futuro si intenda destinare al carcere di Badu e' Carros o in altre carceri sarde detenuti ad alto rischio, specificamente sottoposti al regime del 41-bis.
(3-01339)