• Testo interrogazione a risposta scritta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/09443 [Intervenire contro il degrado e l'abbandono della stazione ferroviaria di Melzo e Pozzuolo Martesana]



RONDINI. - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. - Per sapere - premesso che:
nel comune di Melzo e di Pozzuolo Martesana la stazione ferroviaria è oggetto di lamentele da moltissimo tempo sia dai

pendolari che sono costretti ad utilizzarla quotidianamente sia dai cittadini che abitano nei dintorni;
la struttura risulta avere carenze gravi per quanto riguarda la mancanza di sicurezza, la sporcizia ed il degrado;
le ferrovie sono state ripetutamente interpellate al fine di porre rimedio alla situazione che oltre alle problematiche legate alle infrastrutture risultano danneggiati o fuori uso anche i tabelloni che informano i passeggeri, la panchine e le obliteratrici;
nel comune di Melzo inoltre l'area è in una situazione di completo degrado, stante la mancanza quotidiana di pulizia, i muri sporchi e imbrattati, i detriti dei cantieri ancora negli angoli;
in merito alla sicurezza degli utenti i pavimenti, oltre ad essere sporchi, sono pericolosi in momenti di forte umidità e abbondanti piogge, in quanto lisci e scivolosi;
all'avvicinarsi del periodo invernale, si corre il rischio che si riproponga quanto avvenuto lo scorso anno: quando nevica non risulta chiara la competenza della pulizia, fatto che ha provocato gravi disagi alla cittadinanza;
a tutto questo si aggiunge il problema della sicurezza; infatti l'area di sedime ferroviario a sud della fermata, di proprietà di RFI ha da tempo la recinzione divelta ed è in stato di totale abbandono;
a differenza di quanto previsto dall'accordo di programma non sono ancora state realizzate alcune opere di mitigazione ambientale previste e le barriere fonoassorbenti non sono ancora state tutte montate -:
se il Ministro, essendo a conoscenza della situazione, non intenda intervenire nei confronti di RFI affinché ponga rimedio alla situazione di disagio che grava sui pendolari ed i cittadini di Melzo, recuperando il grave stato di degrado ed abbandono in cui versa la struttura.
(4-09443)