• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/03654 [Dubbi sulla legittimità delle elezioni consiglio direttivo dell'ACI di Milano]



Atto Camera

Interrogazione a risposta in Commissione 5-03654 presentata da ALESSIA MARIA MOSCA
martedì 26 ottobre 2010, seduta n.388
MOSCA e FARINONE. - Al Ministro del turismo. - Per sapere - premesso che:

l'Automobile club d'Italia è un ente pubblico non economico senza scopo di lucro, costituito come Federazione che associa gli Automobile club regolarmente costituiti, e che fa capo al Ministero del turismo;

nella puntata della trasmissione televisiva Report in onda su Rai3 il 17 ottobre 2010, come anche già pubblicato in alcuni articoli di testate giornalistiche, tra le quali la Repubblica edizione di Milano del 30 giugno 2010 e come successivamente avvenuto su vari siti e blog su internet che hanno ripreso le notizie, si è venuto a sapere che a seguito di alcune dimissioni di membri dei Consiglio direttivo dell'Automobile club di Milano, il Ministro del turismo ha commissariato il Club e nominato il 4 marzo 2010 commissario straordinario dell'Automobile club di Milano il signor Massimiliano Ermolli, con il compito di fare da garante e traghettare l'Automobile club di Milano verso nuove elezioni per ricostituire la governance dell'ente;

alle elezioni per il nuovo consiglio direttivo dell'ACI di Milano si presentano due liste. In una delle due è candidato lo stesso commissario straordinario Massimiliano Ermolli, che si candida nonostante i legittimi dubbi di opportunità. Il commissario Ermolli rigetta ed esclude dalla competizione elettorale la lista antagonista, guidata da Jacopo Bini Smaghi, sostenendo che di quella lista farebbero parte soci club e non soci ordinari, favorendo di fatto se stesso. Report ne ha chiesto conto a Carlo Bretzel, avvocato e responsabile della commissione liste e candidature dell'ACI, che non ha saputo dare risposta. Si vota quindi con una sola lista, quella del Commissario;

sempre secondo notizie giornalistiche viene rilevato che nei giorni che precedono l'elezione alcuni soci comprano numerose tessere dell'ACI che vengono regalate. Poiché per ogni tessera di ACI corrisponde un voto, che può essere espresso anche per delega, emergono dubbi sulla legittimità del voto delle elezioni;

le elezioni per il nuovo consiglio direttivo dell'Automobile Club di Milano si sono tenute il 22 luglio, il 29 avviene l'elezione del nuovo presidente, Carlo Valli, mentre l'altra lista in gara e non ammessa ha presentato ricorso al Tar;

alcuni giorni prima della trasmissione Report su Rai3, quando erano emersi alcuni stralci dell'inchiesta giornalistica, lo stesso Massimiliano Ermolli si è dimesso dalla sua carica di consigliere dell'Automobile club Milano -:

quali provvedimenti intenda assumere il Ministro interrogato per chiarire la legittimità delle elezioni del consiglio direttivo dell'Automobile club di Milano del 22 luglio;

quali provvedimenti intenda assumere il Ministro per eliminare il conflitto di interesse cagionato dal commissario Ermolli nel corso delle elezioni del consiglio direttivo dell'Automobile club di Milano del 22 luglio;

quali provvedimenti il Ministro intenda assumere a riguardo dell'attività svolta dal commissario Massimiliano Ermolli durante il commissariamento dell'Automobile club di Milano;

quali provvedimenti il Ministro del turismo intenda assumere per ridare piena e trasparente operatività alla governance dell'Automobile club di Milano.(5-03654)