• Testo interrogazione in commissione

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/03550 [Ricavi di film ispirati a crimanali devoluti in un fondo statale a favore delle vittime]



CAVALLOTTO. - Al Ministro per i beni e le attività culturali. - Per sapere - premesso che:
alla Mostra del cinema di Venezia 2010 è stato presentato il film di Michele

Placido «Vallanzasca, gli angeli del male» che narra le vicende del noto criminale a cui il film è intitolato, che ha terrorizzato Milano negli anni '70 con rapine, sequestri, omicidi ed evasioni;
in seguito alla presentazione del film, si è aperto un dibattito sull'opportunità di far rivivere, con trasposizioni cinematografiche o letterarie, le gesta di criminali protagonisti di fatti di cronaca, rese attraenti da dialoghi romanzati e dalla presenza di attori famosi;
la presidente dell'associazione di volontariato Vittime del Dovere ha sottolineato, con una lettera pubblicata sul Corriere della Sera, che i film, le fiction e i libri che ripercorrono le vite di noti criminali, raramente si soffermano ad evidenziare la sofferenza che quegli atti criminali hanno prodotto e dimenticano in questo modo di onorare la memoria delle vittime e di rispettare il dolore dei loro familiari;
è attesa per i prossimi giorni, da parte della commissione per la cinematografia del Ministero per i beni e le attività culturali, la decisione in merito all'attribuzione di un finanziamento pubblico alla pellicola di Michele Placido di cui sopra, per l'interesse culturale del prodotto cinematografico;
la sottocommissione ministeriale per il riconoscimento dell'interesse culturale, valuta le pellicole idonee a ricevere un contributo statale secondo la qualità artistica e tecnica del film, ai sensi dell'articolo 8, comma 2, del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n.28, senza apprezzare il contenuto del film e il messaggio veicolato attraverso di esso;
nel Regno Unito e negli Stati Uniti è previsto che, qualora un criminale che abbia commesso gravi reati decidesse di rendere pubblica, attraverso libri, memorie o film, la propria storia di delinquenza, l'autorità giudiziaria, su istanza di una enforcement authority, può disporre che una quota dei proventi a lui derivanti da queste iniziative sia destinata ad un fondo statale (Coroners and Justice Act 2009, Part 7) -:
se la pellicola di Michele Placido «Vallanzasca, angeli del male», sia stata giudicata idonea, dalla commissione per la cinematografia istituita presso il Ministero per i beni e le attività culturali, a beneficiare del contributo statale ed, eventualmente, a quanto ammonti detto contributo;
se il Ministro non ritenga opportuno inserire, fra i compiti svolti dalla sottocommissione ministeriale per il riconoscimento dell'interesse culturale, la valutazione del messaggio veicolato attraverso la pellicola in esame, al fine di evitare che film poco rispettosi della memoria di uomini e donne caduti nell'espletamento delle loro funzioni vengano finanziati con soldi pubblici;
se il Ministro, attraverso apposite iniziative normative, non ritenga doverosa l'introduzione nel nostro ordinamento di una disposizione tesa a far confluire parte dei ricavi economici dei film, dei libri e delle fiction ispirati alla vita di noti criminali, in un apposito fondo statale a favore delle vittime e delle loro famiglie.
(5-03550)