• Testo interrogazione a risposta orale

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.3/01232 [Sostegno delle regioni nelle quali i cittadini sono oppressi tra sottosviluppo, illegalità]



TASSONE, NUNZIO FRANCESCO TESTA, ZINZI e COMPAGNON. - Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro per i rapporti con le regioni e per la coesione territoriale. - Per sapere - premesso che:
il Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione, Renato Brunetta, in un intervento svolto a Gubbio ha dichiarato che «Se non avessimo la Calabria, la conurbazione Napoli-Caserta, o meglio se queste zone avessero gli stessi standard del resto del Paese, l'Italia sarebbe il primo Paese in Europa» e ha ribadito l'infelice espressione anche successivamente al Giornale di Vittorio Feltri;
dire che la conurbazione Napoli-Caserta costituisce un cancro per l'Italia è un'offesa, non solo per i meridionali ma per tutti gli italiani e per tutti i Governi che si sono succeduti, dal momento che, si dovrebbe prendere atto delle loro «limitate capacità di buon governo»;
le parole pronunciate da un Ministro che dovrebbe cercare di risolvere i problemi del Sud piuttosto che scagliare sentenze velenose, sono lontane dall'essere costruttive o di una qualunque utilità anche in considerazione di una efficace politica federalista;
l'adozione del federalismo non deve penalizzare dei territori a vantaggio di altri, solo così si potrà aiutare il mezzogiorno e preservare l'unità del Paese e non certo con invettive continue da parte di un Ministro della Repubblica italiana;
se le regioni del nord hanno raggiunto livelli europei ottimali lo devono anche a generazioni di calabresi, uomini e donne, che hanno esportato lì un bagaglio di risorse culturali e professionali. Inoltre, nel corso degli anni ingenti risorse destinate al sud con interventi straordinari sono state utilizzate attraverso sapienti speculazioni dal nord;
la magistratura e le forze di polizia in Calabria hanno condotto diverse operazioni andate a buon fine e che hanno portato alla cattura di pericolosi latitanti, purtroppo la criminalità organizzata sempre più arrogante e dominante in queste aree del mezzogiorno ha portato anche all'uccisione di uomini politici, amministratori locali, sindaci coraggiosi e onesti -:
se non ritengano necessario intervenire con urgenza e con provvedimenti sempre più efficaci a sostegno delle regioni nelle quali i cittadini sono oppressi tra sottosviluppo, illegalità e sindaci coraggiosi e onesti vengono uccisi e condannare con forza e decisione le affermazioni di chi, Ministro della Repubblica dovrebbe contribuire alla realizzazione di ciò e non essere da ostacolo con quelle che gli interroganti ritengono velenose sentenze e inutili invettive.
(3-01232)