• Testo della risposta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/05903 [Inquadramento come ufficiali di tutti i piloti della Guardia di Finanza]



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata mercoledì 8 settembre 2010
nell'allegato B della seduta n. 366
All'Interrogazione 4-05903 presentata da
VITTORIA D'INCECCO
Risposta. - Con l'interrogazione in esame, si chiede di conoscere se si intendono adottare iniziative per eliminare la disparità di trattamento che danneggia i «marescialli piloti militari» del Corpo della guardia di finanza rispetto ai piloti militari delle altre forze armate e di polizia.
In particolare, tale disparità sarebbe determinata dalla circostanza che per il Corpo della guardia di finanza la normativa penalizza la progressione di carriera degli appartenenti al ruolo degli ispettori, prevedendo, nei concorsi banditi, a differenza del ruolo speciale, il requisito della laurea specialistica (combinato disposto dell'articolo 7, comma 8 e dell'articolo 8, comma 5 del decreto legislativo 19 marzo 2001, n. 69).
Al riguardo, il Comando generale della guardia di finanza ha rappresentato che, con determinazione del comandante generale del 14 agosto 2009, è stato istituito un gruppo di lavoro con il compito di procedere ad un complessivo esame delle problematiche del ruolo aeronavale e alla individuazione delle relative soluzioni, sul piano tecnico e normativo.
In tale contesto, è allo studio anche la possibilità di modificare l'articolo 7, comma 8 e l'articolo 8, comma 5 del decreto legislativo 19 marzo 2001, n. 69, al fine di consentire agli ispettori del comparto aeronavale l'accesso alla categoria ufficiali a parità di condizioni e di requisiti con i parigrado appartenenti ad altri comparti del Corpo.

Il Sottosegretario di Stato per l'economia e per le finanze: Sonia Viale.