• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.3/01184 [Nuova valutazione di impatto ambientale a Firenze ]



Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-01184 presentata da FRANCESCO BOSI
giovedì 15 luglio 2010, seduta n.353
BOSI. - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. - Per sapere - premesso che:

secondo un elenco ufficiale di Rete ferroviaria italiana (RFI), nel nodo fiorentino dell'alta velocità ben 277 edifici, fra i quali case, palazzi, scuole e costruzioni storiche sono «opere sottoposte a testimoniale di stato e monitoraggio topografico» in vista della cantierizzazione per i lavori;

il sindaco di Firenze ha richiesto una nuova valutazione di impatto ambientale (VIA) prima dell'inizio della realizzazione del tunnel;

il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e RFI si sono resi indisponibili ad assecondare tale richiesta;

probabilmente la lista degli edifici da monitorare si andrà estendendo nel corso dei prossimi mesi;

l'attuale fascia di tutela (dieci metri di distanza dal passaggio del tunnel) è ancora troppo ristretta per scongiurare il danno agli edifici sottopassati dalla TAV;

l'avvio dei lavori di scavo del tunnel comporterà anni di disagi alla cittadinanza che vive o lavora nell'area fiorentina;

è prioritario consentire la più ampia e completa garanzia circa il minor danno e disagio possibile agli edifici pubblici e privati interessati dai lavori;

appare comunque inopportuno, anche come precedente, l'avvio dei lavori di un'opera pubblica di così grande impatto, al di fuori del prescritto provvedimento di V.I.A. -:

se non ritenga di esercitare, per quanto di competenza, un'attenta e costante vigilanza a tutela degli edifici pubblici e privati interessati dai lavori, tenuto conto, in particolare, del possibile aumento di stabili da monitorare. (3-01184)