• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/03317 [Indagine sulla situazione di inquinamento ambientale a Trento]



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-03317 presentata da CRISTANO DE ECCHER
giovedì 10 giugno 2010, seduta n.394

DE ECCHER - Ai Ministri dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, delle politiche agricole alimentari e forestali, della giustizia e della salute - Premesso che:

da notizie pubblicate sul giornale "L'Adige" del 26 maggio 2010 la Procura di Trento ha aperto un nuovo fascicolo di indagine a carico di ignoti per appurare se davvero vi sia una situazione di inquinamento ambientale, come denunciato dall'Associazione medici per l'ambiente-ISDE Italia (Isde) in marzo, quando resero noti i risultati delle analisi: diossina in quantità preoccupante ovunque, dai davanzali delle scuole al latte, ai prati;

la richiamata Associazione ha commissionato le analisi su terreni, polveri, piante ed animali della Valsugana ad un qualificato laboratorio tedesco;

dall'inchiesta "Fumo negli occhi" condotta dagli uomini del Corpo forestale dello Stato di Vicenza sarebbe emerso uno scenario angosciante: diossina in concentrazioni allarmanti, analisi contraffatte, limiti di legge stabiliti dall'Appa mille volte superiori a quelli di ogni altro impianto in tutto il nord Italia e anche oltre, secondo quanto si legge su un articolo pubblicato su "Il Manifesto" del 1° giugno 2010;

la nuova inchiesta si pone su un piano di complementarietà rispetto alla indagine in corso su Monte Zaccon e sull'acciaieria;

considerato che all'interrogante risulterebbe che, secondo il Presidente della provincia, le indagini non dovrebbero essere condotte dal Corpo forestale dello Stato di Vicenza per motivi di bilancio,

si chiede di sapere:

se ai Ministri in indirizzo, ciascuno per quanto di competenza, risulti tutto quanto sopra riferito;

se e quali provvedimenti urgenti intendano porre in essere per fare luce sull'intera vicenda;

se e quali iniziative intendano intraprendere al fine di verificare che non vi siano rischi per la salute dei cittadini;

se corrisponda al vero che le indagini non potranno essere proseguite dagli uomini del Corpo forestale dello Stato di Vicenza.

(4-03317)