• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/03197 [Festival "Universiinversi" presso l'Università di Trento]



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-03197 presentata da CRISTANO DE ECCHER
giovedì 20 maggio 2010, seduta n.384

DE ECCHER - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Premesso che:

l'interrogante, lo scorso 20 maggio 2009, ha presentato l'atto di sindacato ispettivo 4-01532 per sapere se il Ministro in indirizzo fosse a conoscenza del fatto che, presso l'Università di Trento, si stava svolgendo un festival promosso dal Tavolo LGBTQ (lesbico/gay/bisex/trans/queer) denominato "Universinversi";

detto atto, allo stato, risulta ancora senza risposta;

considerato che:

il festival "Universinversi" è giunto ormai alla terza edizione, divenendo, a parere dell'interrogante, un appuntamento annuale di provocazione e di offesa al sentire più profondo della gente comune;

in particolare, l'interrogante intende sottolineare che nell'ultima edizione di detto "evento culturale" svoltosi a Trento dal 13 al 17 maggio 2010 circa, il "Tavolo LGBTQ" ha proposto un incontro su "Teoria e realtà dell'erotismo estremo", una sorta di seminario con specifici passaggi sui temi dal titolo di "Superstar a luci rosse", "Il nirvana masochista", "Bambole ed animali", "Lo stupro", "Benvenuti allo zoo", "Quando le mani non bastano", "Stringicapezzoli", "Falli personalizzati", "Frustini scudisci e quirt", "I clisteri", "Pene: tradizioni e dilatazioni", eccetera;

nelle intenzioni degli organizzatori i temi sopra riportati dovrebbero essere, oggi, riferimenti culturali presso le università italiane;

gli enti locali sostengono e privilegiano tali temi, a testimonianza, a giudizio dell'interrogante, di una decadenza valoriale ai limiti della tollerabilità;

all'interrogante risulterebbe, infatti, che l'amministrazione comunale, depositaria e in qualche modo interprete del sentire comune, non abbia fatto alcuna obiezione allo svolgimento del sopracitato festival,

l'interrogante chiede di sapere se:

il Ministro in indirizzo sia a conoscenza di quanto sopra riferito;

se ritenga di dover intervenire al fine di fare in modo che l'università torni ad essere il luogo nel quale la cultura riveste un ruolo di primo piano nell'interesse vero e profondo della comunità;

se ritenga che l'Università di Trento, tradizionalmente luogo di crescita umana e culturale, debba continuare ad essere rappresentata dalle sopracitate "iniziative culturali" e, in caso negativo, se e quali iniziative intenda intraprendere al fine di evitare che detti "tavoli di lavoro" continuino a svolgersi all'interno delle aule universitarie.

(4-03197)