• Testo INTERPELLANZA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.2/00211 [Risolvere la particolare situazione occupazionale del Gruppo Engineering ]



Atto Senato

Interpellanza 2-00211 presentata da ANTONIO FOSSON
mercoledì 12 maggio 2010, seduta n.378

FOSSON, D'ALIA - Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che:

il 18 gennaio 2011 terminerà il periodo biennale di cassa integrazione guadagni straordinaria (CIGS) autorizzato, con decreto ministeriale n. 45182 del 2 marzo 2009, per cinque sedi di Engineering.it, Pont Saint Martin (Valle d'Aosta), Torino, Assago (Milano), Roma, Pozzuoli (Napoli), e per 236 lavoratori su un totale di 2.177 dipendenti in forza nel 2008;

in applicazione dell'accordo sottoscritto a Roma con le organizzazioni sindacali dei metalmeccanici in data 22 dicembre 2008, risulta a tutt'oggi che 55 lavoratori sono stati collocati in mobilità volontaria ed incentivata, mentre 37 lavoratori, pari al 20 per cento degli esuberi, sono stati reintegrati in azienda;

permangono nelle cinque sedi 112 lavoratori in CIGS, di cui 31 nella sede di Pont Saint Martin (AO), la cui ricollocazione nel mercato del lavoro è resa estremamente problematica per la crisi che continua a gravare, anche in questo specifico settore, in Valle d'Aosta come nel restante territorio nazionale;

il Gruppo Engineering, che vanta 6.000 dipendenti e del quale fa parte Engineering.it, ha peraltro raggiunto, pur nella difficile congiuntura del 2009, risultati fortemente positivi con un utile netto di 34,3 milioni di euro, con un balzo rispetto all'anno precedente del 131 per cento, per cui il consiglio di amministrazione ha deliberato la distribuzione di un dividendo di 0,565 euro per ogni azione. Il valore della produzione registra un più 2,9 per cento pari a 724 milioni di euro e il risultato operativo migliora a 69,9 milioni rispetto ai 39,8 del 2008. L'utile di esercizio del 2009 di Engineering.it è pari a 10,202 milioni di euro, più del doppio rispetto a quello del 2008 (4,484 milioni);

stante questa situazione aziendale più che positiva, si ritiene necessario che siano poste in essere da parte dei responsabili del Gruppo Engineering tutte le azioni utili per una ricollocazione in azienda dei lavoratori collocati in CIGS, anche in considerazione del recente decreto governativo che consente l'applicazione dei lavoratori in CIGS presso la propria azienda per processi formativi abbinati all'impiego lavorativo e come proposto dalle stesse organizzazioni sindacali dei metalmeccanici in un recente confronto svoltosi nella sede romana di Confindustria,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo non intenda intervenire per risolvere la particolare situazione occupazionale descritta e, possibilmente, monitorare i confronti in essere tra il Gruppo Engineering e le organizzazioni sindacali.

(2-00211)