• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/03350-A/043 [Opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni realizzabili senza denuncia di inizio attività]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/3350-A/43 presentato da DOMENICO SCILIPOTI testo di giovedì 6 maggio 2010, seduta n.318

La Camera,
premesso che:
l'articolo 5, del decreto-legge in esame, è finalizzato ad ampliare le tipologie di interventi rientranti nell'attività edilizia libera;
i suddetti interventi diventano quindi realizzabili senza alcun titolo abilitativo anziché mediante denuncia di inizio attività (la cosiddetta DIA);
il comma 2, prevede una serie di interventi edilizi che possono essere realizzati previa semplice comunicazione, anche per via telematica, da parte dell'interessato all'amministrazione comunale dell'inizio dei lavori;
tra detti lavori rientrano anche le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta;
soprattutto nelle maggiori aree urbane, dove più forte è il bisogno di «vivibilità» degli spazi esistenti, è essenziale che vengano rispettati precisi rapporti tra le aree e gli spazi destinati agli insediamenti residenziali e gli spazi riservati alle attività collettive, così come a verde pubblico;
in questo senso già con il decreto ministeriale n. 1444 del 1968, venivano previsti precisi limiti di densità edilizia, e rapporti massimi tra spazi destinati agli insediamenti residenziali e produttivi e spazi pubblici o riservati alle attività collettive, al verde pubblico da osservare ai fini della formazione dei nuovi strumenti urbanistici o della revisione di quelli esistenti,

impegna il Governo

ad adottare ulteriori iniziative anche normative volte a prevedere che le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, siano effettuabili senza più bisogno di alcun titolo abilitativo, solo qualora detti interventi non siano sostitutivi di aree già adibite a verde.
9/3350-A/43. Scilipoti, Di Stanislao, Piffari, Messina, Cimadoro, Barbato, Borghesi.