• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/02810 [Contrasto alla pirateria informatica]



Atto Camera

Interrogazione a risposta in Commissione 5-02810 presentata da GIANLUCA BUONANNO
mercoledì 28 aprile 2010, seduta n.313
BUONANNO. - Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro per i beni e le attività culturali. - Per sapere - premesso che:

i fenomeni di pirateria informatica sono in continua crescita e hanno ormai raggiunto livelli preoccupanti, anche grazie alla penetrazione sul territorio nazionale della banda larga, che consente di veicolare con sempre maggiore velocità contenuti audiovisivi;

la duplicazione illecita e gratuita dei prodotti audiovisivi da parte degli utenti reca un grave danno economico a produttori e distributori mettendo a rischio la sopravvivenza di molte imprese commerciali;

tale pratica, inoltre, incide in maniera rilevante sul diritto d'autore e, più in generale, sul diritto di proprietà intellettuale che costituiscono un presupposto fondamentale del sistema culturale e il cui rispetto rappresenta un'esigenza ineludibile per tutelare il patrimonio culturale e permetterne lo sviluppo;

la Federazione antipirateria audiovisiva ha stimato che più dell'80 per cento dei film è disponibile in rete addirittura già dal secondo giorno di programmazione cinematografica e che, dal punto vista del mercato illecito, l'Italia incide in questo senso per il 13 per cento sul totale mondiale dei download;

con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 15 settembre 2008 è stato istituito, presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, d'intesa con il Ministro per i beni e le attività culturali, un comitato tecnico contro la pirateria digitale e multimediale, il cui coordinamento è stato affidato al professor Masi;

al comitato sono stati attribuiti compiti di coordinamento delle azioni per il contrasto del fenomeno, studio e predisposizione di proposte normative, analisi e individuazione di iniziative non normative, come ad esempio la stipula di codici di condotta e di autoregolamentazione;

il comitato ha svolto nel mese di marzo 2009 due serie di audizioni di soggetti ed esponenti delle associazioni e delle categorie maggiormente rilevanti nel settore, volte ad evidenziare le problematiche connesse a tale fenomeno, senza tuttavia giungere ad alcun risultato;

occorre pervenire ad una rapida soluzione del problema sia attraverso la predisposizione di misure di carattere normativo che reprimano i fenomeni di pirateria informatica sia attraverso la promozione a mezzo «internet» di un'offerta lecita di prodotti e servizi culturali;

risulta infatti indifferibile la creazione di un quadro normativo idoneo a tutelare sia i diritti e gli interessi dei creatori di opere dell'ingegno, sia gli interessi delle imprese produttrici e distributrici, sia anche quelli dei fruitori delle opere attraverso le nuove tecnologie informatiche -:

quali iniziative siano all'esame del comitato tecnico contro la pirateria digitale e multimediale per combattere i fenomeni di pirateria informatica e per pervenire alla definizione di una proposta normativa tesa a tutelare le imprese produttrici e distributrici di prodotti audiovisivi digitali;

quali iniziative intenda assumere il Governo per tutelare le imprese produttrici e distributrici dei contenuti audiovisivi. (5-02810)