• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/06453 TOCCAFONDI. - Al Presidente del Consiglio dei ministri. - Per sapere - premesso che: con la conferenza dei servizi del 27 marzo 2008 è stato approvato il progetto per il nuovo...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-06453 presentata da GABRIELE TOCCAFONDI
mercoledì 10 marzo 2010, seduta n.297
TOCCAFONDI. - Al Presidente del Consiglio dei ministri. - Per sapere - premesso che:

con la conferenza dei servizi del 27 marzo 2008 è stato approvato il progetto per il nuovo Auditorium parco della musica e della cultura sito in Firenze, promosso dalla Struttura di missione per le celebrazioni del 150o anniversario dell'Unità d'Italia;

ai sensi e per gli effetti della raggiunta intesa tra Struttura di missione e gli enti rappresentati nella Conferenza dei Servizi, è stato emesso dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - Struttura di missione per le celebrazioni del 150o anniversario dell'unità nazionale il provvedimento di raggiunta intesa protocollo 2799/SEGR/2011 datato 20 novembre 2008, nel quale si decreta tra l'altro: «all'articolo 1: "...si autorizzano i lavori di realizzazione del nuovo Parco della musica e della cultura di Firenze..."; all'articolo 2: "Il presente decreto sostituisce a tutti gli effetti ogni autorizzazione, concessione, nulla osta o atto di assenso, comunque denominato di competenza delle amministrazioni ed Enti partecipanti ovvero invitati a partecipare alla Conferenza, sempre in relazione alla conformità urbanistica delle opere di che trattasi"»;

preso atto delle note protocollo 9/CD/FI del 23 dicembre 2008, e protocollo 10/CD/FI del 15 gennaio 2009, con le quali la Struttura di missione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri aveva comunicato di aver accantonato cautelativamente, nel quadro economico della realizzazione, a valere sui fondi statali, la somma di euro 14 milioni per l'acquisizione dell'area, «nell'ipotesi di mancata conclusione del protocollo d'intesa regolante i rapporti tra Ferrovie dello Stato e Comune di Firenze, con conseguente adeguamento dell'importo dei lavori affidati, fermo restando l'impegno da parte di tutti i soggetti interessati nella realizzazione di verificare lo stato dei finanziamenti ed individuare le fonti che si renderanno necessarie per il completamento dell'opera anche in relazione alle recenti determinazioni del MIBAC che ha manifestato l'intenzione di valutare la messa a disposizione di ulteriori risorse economiche necessarie al buon esito dell'opera»;

il giorno 25 febbraio 2010 sarebbe stato sottoscritto protocollo di Intesa fra regione e Presidenza del Consiglio dei ministri in merito al nuovo Parco della musica con il quale sarebbe stato siglato l'impegno della regione a finanziare l'opera per 40 milioni di euro;

l'importo complessivo dei lavori ammonterebbe oggi a 236 milioni di euro con un progetto diviso in due lotti, il primo di 156 milioni e il secondo di 80 milioni e che il finanziamento regionale dovrebbe servire a garantire almeno la consegna del primo lotto prevista per il mese di novembre 2011;

lo Stato con la suddetta intesa si impegnerebbe a versare 12 milioni nel 2010 e 22 milioni nel 2011;

l'amministrazione comunale di Firenze dovrebbe garantire entro il prossimo mese di giugno l'impegno di 42 milioni di euro per la realizzazione dell'opera che dovrebbero, almeno in parte, derivare dalla vendita del complesso edilizio del teatro comunale di Firenze;

sia la prima asta che la seconda per la vendita del teatro comunale, che partiva da 44 milioni di euro, sono andate deserte;

il totale dei soldi di enti pubblici fino ad ora impegnati risulterebbero in totale circa i 115 milioni di euro non sufficienti nemmeno a finanziare il primo lotto dei lavori stimato in 156 milioni di euro, mentre il costo totale risulterebbe di 236 milioni di euro -:

se il Governo abbia firmato un nuovo protocollo di intesa relativo al nuovo Parco della musica di Firenze;

come si giustifichi l'attuale costo di 236 milioni per un progetto che a febbraio 2009 aveva una previsione di spesa di 105 milioni.(4-06453)