• Testo INTERPELLANZA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.2/00645 I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro dell'interno, il Ministro dell'economia e delle finanze, il Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione, per sapere - premesso...



Atto Camera

Interpellanza urgente 2-00645 presentata da EMANUELE FIANO
martedì 9 marzo 2010, seduta n.296
I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro dell'interno, il Ministro dell'economia e delle finanze, il Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione, per sapere - premesso che:

il quadro finanziario del Ministero dell'interno evidenzia che sulla sicurezza si sta disinvestendo in maniera massiccia generando così una sofferenza finanziaria a fronte della vastità di compiti che gli vengono attribuiti al suddetto comparto;

i tagli disposti da questo Governo sono secondo gli interroganti veri e propri tagli alla cieca, che hanno colpito particolarmente i finanziamenti per l'ordine e la sicurezza pubblica;

nel solo 2010 sono previsti oltre 630 milioni di euro di tagli negli impegni di spesa per le voci «ordine pubblico e sicurezza» e «difesa e sicurezza del territorio» e nel 2011 gli ammanchi previsti sono pari ad oltre 1,1 miliardi di euro;

con la sottrazione di tali finanziamenti paiono evidenti le difficoltà di garantire il funzionamento dei servizi istituzionali assicurando nel contempo un costante ed efficace livello di operatività degli agenti;

non ci pare sia tenuto in nessun conto lo stato di invecchiamento delle forze di sicurezza - che porterà nei prossimi 5 anni al pensionamento di 15 mila agenti di polizia - a fronte del quale non risulta sia stato previsto alcun piano di assunzioni tesa a rafforzare gli organici delle forze dell'ordine;

è poi impensabile non considerare - visto il quadro prospettato - la condizione economica che subiscono le migliaia di famiglie di questi servitori dello Stato che in molti casi hanno difficoltà ad arrivare a fine mese;

così facendo si disarticola il sistema nazionale della sicurezza e si demotivano anche umanamente centinaia di migliaia di lavoratori dello Stato -:

se intendano creare le condizioni costruttive e positive per procedere ad una seria revisione degli investimenti destinati al settore della sicurezza pubblica nei prossimi anni;

quali urgenti iniziative abbiano intenzione di adottare per far fronte al pensionamento di moltissimi lavoratori del settore della sicurezza pubblica;

per quale motivo non si potrà procedere al pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario rese nel 2010;

quali siano le cifre nette che riguardano gli aumenti destinati ai lavoratori pubblici del comparto sicurezza.

(2-00645)
«Fiano, Damiano, Froner, Sereni, Bocci, Minniti, Gentiloni Silveri, Pollastrini, Merloni, Ferranti, Samperi, Esposito, Rossa, Peluffo, Vassallo, Gozi, Sanga, Cardinale, Picierno, Livia Turco, Realacci, Zampa, Capano, Andrea Orlando, Carella, Bobba, Capodicasa, Laratta, Rugghia, Bellanova, Piccolo, Fadda, Zaccaria, Iannuzzi, Bossa, Cuperlo, D'Antoni, Zunino, Cesare Marini, Scarpetti».