• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.3/00748 RUVOLO. - Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. - Per sapere - premesso che: l'INFO/RAC è il centro regionale di attività d'Informazione e...



Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-00748 presentata da GIUSEPPE RUVOLO
lunedì 9 novembre 2009, seduta n.242
RUVOLO. - Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. - Per sapere - premesso che:

l'INFO/RAC è il centro regionale di attività d'Informazione e comunicazione della convenzione di Barcellona e componente del comitato esecutivo di coordinamento del piano d'azione mediterraneo (MAP) - programma ambiente nazione unite (UNEP). È stato istituito a Palermo nel 1993 dai 21 Governi mediterranei e dalla Commissione europea aderenti alla convezione di Barcellona. Gestito dalla regione siciliana, con il supporto del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare italiano;

nel marzo 2007 la Giunta regionale siciliana ha deliberato un co-finanziamento di 800 mila euro per la partecipazione al progetto «Fondo Mondiale per l'ambiente (GEF) Partenariato Strategico per il Grande Ecosistema Marino Mediterraneo», garantendo al Centro regionale di attività d'informazione e comunicazione della Convenzione di Barcellona (INFO/RAC) un finanziamento UNEP di circa 4 milioni di euro;

nell'ambito di questo progetto l'INFO/RAC di Palermo era stato incaricato di ideare e realizzare la strategia di informazione e comunicazione, in quanto con il suo operato ha contribuito all'apporto di notevoli benefici sia a livello locale che nazionale, essendo l'unico Centro del programma ambiente delle nazioni Unite presente in Italia;

a distanza di 3 anni il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare ha deciso di cambiare radicalmente quanto già stabilito, sostituendo la regione Sicilia nel progetto GEF-LME e dirottando i 4 milioni di euro all'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA) di Roma, lasciando senza copertura quanto assunto dal centro regionale siciliano;

il trasferimento di tutte le funzioni internazionali, svolte dal centro di Palermo per la convenzione di Barcellona, rischia di vanificare quanto svolto dall'INFO/RAC negli ultimi 17 anni e creare un vulnus alla regione siciliana che sta assistendo all'ennesimo scippo da parte del Governo;

l'ISPRA di Roma ha già ricevuto 5 milioni di euro dal Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, oltre ai 4 previsti dal GEF, per espletare le summenzionate attività, determinando una duplicazione dei finanziamenti deliberati e delle stesse obbligazioni già assunte dal entro di Palermo, che ne detiene tutti i diritti e le competenze -:

se sia a piena conoscenza della vicenda e dell'ingente nocumento che si sta arrecando alla regione siciliana, e se non ritenga urgente valutare ogni iniziativa in suo potere al fine di bloccare il trasferimento delle funzioni dall'INFO/RAC centro regionale siciliano all'ISPRA di Roma, ripristinando il ruolo dell'ente nell'ambito della Convenzione di Barcellona, nel progetto GEF-LME e nel processo dell'Unione per il Mediterraneo. (3-00748)