• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.3/00985 sul rilancio dell'azienda Moto Guzzi



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-00985 presentata da ANTONIO RUSCONI
martedì 20 ottobre 2009, seduta n.267

RUSCONI, BODEGA - Ai Ministri del lavoro, della salute e delle politiche sociali e dello sviluppo economico - Premesso che:

la produzione motociclistica italiana ha sempre rappresentato un elemento di eccellenza del made in Italy, storicamente riscuotendo ampi apprezzamenti internazionali sia per gli aspetti tecnici sia per il design, con una diffusa e affezionata clientela in tutto il mondo;

in tale contesto, si inserisce la vicenda dell'azienda Moto Guzzi, prestigioso marchio noto a livello mondiale, che sin dal 1921 produce nello stabilimento di Mandello del Lario (Lecco) moto di eccellenza, dallo stile inconfondibile, di alta qualità ed esportate in tutto il mondo;

l'azienda di Mandello del Lario, seppure attraverso alcuni periodi di difficoltà, è riuscita nel corso dei suoi 85 anni di storia ad offrire sempre un prodotto di alta qualità e dalle caratteristiche inconfondibili e, grazie ai forti investimenti nell'innovazione e nella ricerca, anche fortemente innovativo e all'avanguardia; tali risultati sono stati possibili anche grazie alla competenza, all'esperienza e alla professionalità del personale impiegato presso tale stabilimento;

gli effetti della crisi economica internazionale che si stanno ovviamente riflettendo anche sul comparto motociclistico hanno colpito duramente anche tale prestigioso marchio e rischiano di compromettere un patrimonio produttivo di eccellenza, di grande professionalità e di lunga tradizione industriale;

per fronteggiare la grave crisi che sta attraversando la Moto Guzzi, è stata invocata l'attuazione del piano di rilancio della Moto Guzzi sottoscritto nel 2006 con le organizzazioni sindacali e con il coinvolgimento delle istituzioni comunali e provinciali che hanno sempre dimostrato grande attenzione verso questa azienda;

infatti, forte è il legame tra l'azienda mandellese ed il territorio lecchese che ha sempre beneficiato della presenza di tale azienda, prezioso riferimento per l'economia locale non solo in quanto fonte di occupazione ma anche per il benefico effetto sullo sviluppo del turismo grazie all'afflusso in questi luoghi dei tanti appassionati di motociclismo;

considerato che il mantenimento di una forte presenza produttiva motociclistica in un territorio che storicamente ha rappresentato un ideale contesto culturale, professionale e organizzativo, non può che non essere un obiettivo di interesse nazionale,

si chiede di sapere:

quali siano le valutazioni dei Ministri in indirizzo in merito alla grave situazione che sta coinvolgendo la storica azienda Moto Guzzi di Mandello del Lario e quali urgenti iniziative intendano adottare, nell'ambito delle rispettive competenze, al fine salvaguardare tale prezioso patrimonio industriale;

quali urgenti iniziative intendano adottare per garantire il mantenimento degli attuali livelli occupazionali della suddetta azienda anche al fine di non disperdere il ricco patrimonio di professionalità per evitare un'ulteriore contrazione del tessuto imprenditoriale e produttivo sull'intero territorio lecchese;

se, in particolare, non si ritenga opportuno prevedere nei confronti di tale azienda un piano volto al salvataggio dello storico marchio, definendo, anche attraverso il coinvolgimento delle amministrazioni locali interessate e delle parti sociali, le nuove priorità, il contrasto alla delocalizzazione, le strategie più efficaci per garantire la conservazione degli attuali livelli occupazionali, nonché le linee giuda per favorire una nuova imprenditoria che tenga contro del delle professionalità già esistenti;

infine, quali politiche il Governo intenda adottare, nell'ambito del più volte enunciato rilancio del sistema e del marchio made in Italy, al fine di garantire che tutte le aziende storicamente impegnate nel settore della produzione motociclistica possano conservare nel tempo le proprie caratteristiche di eccellenza e salvaguardare le professionalità che da sempre hanno consentito il raggiungimento degli alti livelli qualitativi dei loro prodotti, orgoglio del Paese.

(3-00985)