• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/01921 RANUCCI - Al Presidente del Consiglio dei ministri - Premesso che: gli esperti di finanza di tutto il mondo convengono sul fatto che la crisi dell'economia impone la necessità di adottare...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-01921 presentata da RAFFAELE RANUCCI
mercoledì 16 settembre 2009, seduta n.253

RANUCCI - Al Presidente del Consiglio dei ministri - Premesso che:

gli esperti di finanza di tutto il mondo convengono sul fatto che la crisi dell'economia impone la necessità di adottare politiche e strategie volte ad azioni prudenti da parte dei Governi;

sono estremamente pesanti gli effetti della crisi economica e finanziaria che si sta facendo sentire sempre più in Italia ed in particolare nel mondo dell'occupazione: sono quasi 900.000 i posti di lavoro a rischio nel settore industriale previsti nel biennio 2009-2010;

il 6 aprile 2009, inoltre, un terremoto di magnitudo 6,3 della scala Richter ha sconvolto l'Abruzzo, con epicentro a L'Aquila, coinvolgendo circa 30 comuni dell'hinterland, provocando più di 200 morti, duemila feriti e oltre 70.000 sfollati;

tutti i comuni interessati dal sisma sono stati devastati da smottamenti di terreno e frane; crolli di chiese e campanili, edifici sventrati, palazzi pubblici danneggiati, monumenti fortemente e seriamente lesionati;

oggi il malumore incalza: il Presidente del Consiglio dei ministri, in una conferenza stampa, ha annunciato che saranno 30.000 persone che avranno un tetto entro fine anno, ma le richieste ad oggi sono già 50.000; inoltre mancano le coperture finanziarie per l'intera ricostruzione, ci sono persone che non hanno più un lavoro, imprese chiuse e tante famiglie con bambini che dovranno vivere con molte privazioni;

dall'8 al 10 luglio 2009 si è svolto a L'Aquila il Vertice del G8, che in origine si sarebbe dovuto tenere in Sardegna, con l'intento di sensibilizzare l'attenzione di tutto il mondo e tenere accesi i riflettori della solidarietà su una regione fortemente ferita;

i principali temi al centro dell'agenda del G8 tenutosi a L'Aquila sono stati incentrati essenzialmente sulla lotta alla povertà, sulla sfida sempre odierna della crescita economica globale e sulle prospettive di sviluppo per i paesi più poveri;

in occasione della fine dei lavori del G8 del 2009, il Presidente del Consiglio dei ministri ha regalato ai premier partecipanti un libro dal titolo "Antonio Canova" con copertina in marmo di Carrara, dal peso di 25 chili, impacchettato in cassa di frassino e mogano, rifinito manualmente in foglia d'oro, per un costo complessivo di 460.000 dollari (pari a circa 318.000 euro);

considerato che:

lo spirito del cambio della logistica per svolgere il G8 dalla Maddalena a L'Aquila andava nella direzione della solidarietà; così come poi è stato, infatti tanti italiani si sono stretti intorno al popolo Abruzzese donando, a seconda delle proprie possibilità, risorse economiche, beni e disponibilità in termini di risorse umane;

i costi per organizzare il G8 devono essere interpretati, ad opinione dell'interrogante, come l'investimento di un Paese, nel contesto di equilibri internazionali, volto a creare le ideali condizioni per la trattazione dei temi più importanti che caratterizzano la nostra società globalizzata;

non è comprensibile, a parere dell'interrogante, il gesto del Presidente del Consiglio dei ministri di regalare ai leader del G8 un cadeau di tale portata e di così alto valore economico, a prescindere se con soldi propri o pubblici, umiliando di fatto una popolazione stretta nella morsa del dolore e della necessità,

si chiede di sapere:

se e quali siano le disponibilità, le prerogative di spesa nonché le modalità che il Presidente del Consiglio dei ministri ha a disposizione per omaggiare in talune circostanze propri ospiti, nell'espletamento delle proprie funzioni istituzionali;

se il Presidente del Consiglio dei ministri intenda chiarire puntualmente, visto il contesto ufficiale dove si è verificato il fatto, se sono state utilizzate risorse economiche proprie o pubbliche e quindi, in questo caso, dei contribuenti italiani.

(4-01921)