• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.3/00862 LEGNINI - Ai Ministri delle infrastrutture e dei trasporti e delle politiche agricole alimentari e forestali - Premesso che: la realizzazione della diga di Chiauci, nell'alta valle del...



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-00862 presentata da GIOVANNI LEGNINI
martedì 21 luglio 2009, seduta n.239

LEGNINI - Ai Ministri delle infrastrutture e dei trasporti e delle politiche agricole alimentari e forestali - Premesso che:

la realizzazione della diga di Chiauci, nell'alta valle del Trigno, rappresenta per le regioni Abruzzo e Molise un'importante opera infrastrutturale necessaria a garantire in quei territori l'erogazione costante di risorse idriche per gli usi civili, industriali ed agricoli;

l'opera infrastrutturale, affidata in appalto al Consorzio di bonifica Sud, Bacino Moro, Sangro, Sinello e Trigno di Vasto (Chieti) è stata avviata nel 1985 e nel corso degli anni sono state realizzate le pareti ed altre opere accessorie necessarie alla creazione del bacino dove dovrebbero confluire le acque del fiume Trigno e dei suoi affluenti;

nel 2007, i Presidenti delle Regioni Abruzzo e Molise, a seguito della stipula, presso il Ministero delle infrastrutture, di un protocollo d'intesa sulle modalità di futura utilizzazione delle acque del bacino della diga di Chiauci, ottennero le risorse necessarie per il completamento dell'opera, per un ammontare di 25 milioni di euro;

la recente ricusazione della Corte dei conti del finanziamento concesso dal CIPE per il completamento della diga di Chiauci, per l'importo di circa 25 milioni di euro, ha sollevato forti perplessità nelle comunità della valle del Trigno, del comprensorio vastese e della regione Molise per il conseguente slittamento dei tempi per il completamento dell'opera, inizialmente previsti per l'anno 2013;

considerato che:

la carenza idrica che si registra annualmente in Abruzzo e Molise, all'attenzione delle cronache locali e dei principali organi d'informazione nazionali, colpisce in modo particolare la comunità della valle del Trigno, sottoposta a frequenti razionamenti nell'erogazione di acqua, con conseguenze devastanti per le attività agricole presenti nella vallata;

le scarse risorse idriche disponibili nel comprensorio vastese vengono suddivise, con enormi difficoltà, tra le imprese delle aree industriali di Piane Sant'Angelo di San Salvo e Punta Penna di Vasto. In diversi casi le imprese sono state costrette a rallentare, ed in alcuni casi a sospendere, le attività per la mancanza di un sufficiente flusso di acqua;

durante il periodo estivo le imprese del settore turistico sulla costa adriatica, nel tratto comprendente le città di Vasto, San Salvo e Montenero di Bisaccia, rimangono, con sempre maggiore frequenza, prive dei quantitativi di acqua necessari alla normale erogazione dei servizi a favore della clientela turistica;

tenuto conto che la mancata realizzazione della diga di Chiauci avrà riflessi negativi sullo sviluppo economico, sociale ed occupazionale nella valle del Trigno, nel comprensorio vastese e nella regione Molise, già duramente colpito dalla crisi economica in atto,

si chiede di sapere:

quali iniziative il Governo intenda adottare al fine di garantire, e in che termini, l'erogazione delle risorse finanziarie necessarie per il completamento e l'entrata in funzione della diga di Chiauci;

quali iniziative intenda adottare, in attesa del completamento della diga di Chiauci, al fine di assicurare alle comunità della valle del Trigno, del comprensorio vastese e della regione Molise, in particolare nel periodo estivo, le risorse idriche necessarie per gli usi civili, industriali ed agricoli.

(3-00862)