• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/01404 FIANO, PELUFFO, DE BIASI, MISIANI, POLLASTRINI, QUARTIANI e ZACCARIA. - Al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che: si è svolta l'11 maggio 2009...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in Commissione 5-01404 presentata da EMANUELE FIANO
mercoledì 13 maggio 2009, seduta n.176
FIANO, PELUFFO, DE BIASI, MISIANI, POLLASTRINI, QUARTIANI e ZACCARIA. - Al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che:


si è svolta l'11 maggio 2009 a Milano la prima riunione del Consiglio di amministrazione di SOGE S.p.A., società di gestione di Expo 2015;

in tale riunione si è discusso della scelta della sede degli uffici di SOGE S.p.A. e sono state valutate due offerte, una presentata dalla Provincia di Milano, la quale ha offerto la sede di Villa Scheibler, con un contratto di comodato a titolo gratuito, la seconda offerta dal Comune di Milano presso la sede di Palazzo Reale con un contratto di affitto del valore di 1,150 milioni di euro annui;

le cronache giornalistiche riportano che in tale riunione l'Amministratore delegato, onorevole Lucio Stanca, ha respinto la proposta della Provincia, ritenendola non adeguata al prestigio dell'Expo 2015 e ha chiesto di approvare all'unanimità la proposta di Palazzo Reale;

l'amministratore Lucio Stanca avrebbe minacciato le proprie dimissioni qualora non si fosse raggiunta l'unanimità sulla scelta di Palazzo Reale;

il rappresentante del Ministero del tesoro il dottor Leonardo Carioni insieme al dottor Enrico Corali rappresentante della provincia di Milano hanno abbandonato in dissenso profondo dalle proposte dell'onorevole Stanca la riunione del Consiglio di Amministrazione;

sempre le cronache giornalistiche riportano che l'Amministratore Delegato onorevole Stanca vorrebbe presentare una clausola al proprio contratto per garantirsi comunque il premio di produzione - 150.000 euro oltre ai 300.000 fissi - anche qualora gli obiettivi non dovessero essere raggiunti, non per causa propria -:

quali siano, nello specifico, i motivi di dissenso che hanno indotto il rappresentante del Ministero del tesoro ad abbandonare la seduta del C.d.A. di Soge dell'11 maggio 2009;

se, nel caso in cui l'Amministratore Delegato di Soge dovesse mantenere ferma la decisione di optare per la sede di Palazzo Reale, il Ministero del Tesoro, intenda esprimersi in dissenso da tale scelta;

quale sia il giudizio che esprimerà il Ministero del tesoro circa la ventilata ipotesi di consentire all'Amministratore Delegato il percepimento del premio di produzione anche qualora gli obiettivi non dovessero essere raggiunti, non per causa propria. (5-01404)