• testo del ddl

link alla fonte  |  scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.515 Modifiche all'articolo 55 del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, in materia di eleggibilità alla carica di sindaco



XVI LEGISLATURA
CAMERA DEI DEPUTATI

   N. 515


 

Pag. 1

PROPOSTA DI LEGGE
d'iniziativa del deputato OSVALDO NAPOLI
Modifiche all'articolo 55 del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, in materia di eleggibilità alla carica di sindaco
Presentata il 29 aprile 2008


      

Onorevoli Colleghi! - La presente proposta di legge è diretta a fare sì che il candidato alla carica di sindaco debba avere la residenza da almeno due anni nel comune in cui intende candidarsi.
      Tale disposizione normativa è diretta a contrastare il fenomeno di candidati che provengono da località diverse dal luogo di candidatura e che non conoscono assolutamente i problemi del territorio che intendono amministrare. Si tratta di una norma equa e razionale, che fa sì che il futuro sindaco sia a conoscenza della realtà locale e possa partecipare alla vita amministrativa del comune con piena consapevolezza e conoscenza delle problematiche che riguardano i cittadini. Oggi si assiste al diffuso e deprecabile fenomeno di molti sindaci che vengono «paracadutati» a svolgere funzioni amministrative senza conoscere minimamente la realtà amministrativa e politica delle comunità locali loro affidate dagli elettori. Ciò costituisce un fenomeno di malcostume politico che deve essere corretto allo scopo di avvicinare di più i cittadini alla vita amministrativa e politica della propria cittadina o del proprio paese. Votare per una persona conosciuta è senza dubbio un vantaggio per i cittadini che possono essere consapevoli dei valori della persona, ma è altrettanto vantaggioso per chi deve amministrare la cosa pubblica nell'interesse reale dei cittadini.
 

Pag. 2


PROPOSTA DI LEGGE
Art. 1.

      1. All'articolo 55 del testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, sono apportate le seguenti modificazioni:

          a) al comma 1, le parole: «di un qualsiasi comune della Repubblica» sono soppresse;

          b) dopo il comma 1 è inserito il seguente:

      «1-bis. Fermo restando il possesso degli altri requisiti di cui al comma 1, i cittadini che si candidano alla carica di sindaco devono risiedere nel comune interessato da almeno due anni, al momento della presentazione formale della candidatura».