• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/02105/062 premesso che:l'esame della Camera ha introdotto la previsione di cui all'articolo 26, comma 3-bis, per la quale dall'attuazione della riforma non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/2105/62 presentato da IVANO STRIZZOLO testo di martedì 24 marzo 2009, seduta n.151

La Camera,
premesso che:
l'esame della Camera ha introdotto la previsione di cui all'articolo 26, comma 3-bis, per la quale dall'attuazione della riforma non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica;
il disegno di legge stabilisce inoltre che ciascuno schema di decreto legislativo contiene la relazione tecnica che ne evidenzi gli effetti sul saldo netto da finanziare, sull'indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche e sul fabbisogno del settore pubblico, in coerenza con le previsioni della legge n. 468 del 1978;
tali disposizioni sembrano però insufficienti a garantire la neutralità dell'impatto complessivo della riforma sui cittadini in termini di aumento della pressione fiscale,

impegna il Governo

ad assicurare, nella predisposizione dei decreti legislativi e attraverso un'attività di monitoraggio per tutta la fase di realizzazione della riforma, che dall'attuazione del federalismo fiscale non derivi un aumento della pressione fiscale, illustrando i risultati dell'attività di monitoraggio all'interno del Documento di programmazione economica e finanziaria.
9/2105/62.Strizzolo, Baretta, Fluvi, Amici, Causi, Pizzetti, Bersani, Lanzilotta, Boccia, Calvisi, Capodicasa, Cesario, Duilio, Genovese, Marchi, Cesare Marini, Misiani, Nannicini, Andrea Orlando, Rubinato, Vannucci, Ventura, Carella, Ceccuzzi, D'Antoni, De Micheli, Fogliardi, Gasbarra, Graziano, Losacco, Marchignoli, Ria, Sposetti, Ferrari, Fontanelli, Giovanelli, Naccarato, Zaccaria, Vico.