• Testo della risposta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/01142 IANNACCONE. - Al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che: nelle ultime settimane i cittadini di numerosi Comuni...



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata lunedì 16 febbraio 2009
nell'allegato B della seduta n. 133
All'Interrogazione 4-01142 presentata da
ARTURO IANNACCONE
Risposta. - L'atto di sindacato ispettivo in esame concerne la riorganizzazione del servizio di recapito in alcuni comuni dell'alta Irpinia, in provincia di Avellino.
Al riguardo la società Poste italiane s.p.a ha precisato che la riorganizzazione del servizio di recapito, attivata nel contesto del «Progetto innovazione recapito» sull'intero territorio nazionale, non prevede una dismissione generalizzata delle zone di recapito montane ma una razionalizzazione finalizzata a migliorare la qualità del servizio offerto, attraverso un riequilibrio del numero delle zone di recapito in linea con le esigenze espresse dalla clientela e dai volumi di attività.
La concessionaria ha, inoltre, riferito di aver provveduto a concentrare le attività di recapito nei centri di distribuzione che, nel caso dei comuni dell'Alta Irpinia, sono posizionati a Lioni e Bisaccia e di aver affidato i servizi di micrologistica ad una società esterna che opera sul territorio.
La società ha assicurato, infine, che per quanto riguarda le ricadute occupazionali paventate dall'interrogante, l'implementazione del progetto non ha prodotto conseguenze negative né sul piano occupazionale né in termini di mobilità territoriale delle risorse umane applicate e che non si registrano, inoltre, improprie attribuzioni di responsabilità nei confronti del personale né particolari criticità concernenti lo svolgimento del servizio.

Il Sottosegretario di Stato per lo sviluppo economico: Paolo Romani.