• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.3/00385 [sulla non adeguata partecipazione dell'Italia alla 45a Conferenza internazionale sulla sicurezza - Monaco feb. 2009]



Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-00385 presentata da FEDERICA MOGHERINI REBESANI
lunedì 16 febbraio 2009, seduta n.133
MOGHERINI REBESANI. - Al Ministro degli affari esteri, al Ministro della difesa. - Per sapere - premesso che:

il 6, 7 e 8 febbraio 2009 si è svolta a Monaco di Baviera, in Germania, la 45a Conferenza internazionale sulla sicurezza, uno degli appuntamenti di maggior rilievo in materia di politica estera e di sicurezza nel mondo;

erano presenti i massimi rappresentanti dei principali Paesi europei e mondiali, oltre 10 Capi di Stato o di Governo, il Vice Presidente degli Stati Uniti Biden, quello russo Ivanov, la Cancelliera tedesca Merkel, il Presidente francese Sarkozy, il Presidente afghano Karzai, i vertici della Banca Mondiale, dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica e di altre organizzazioni internazionali;

tutti i grandi Paesi europei erano rappresentati dal Capo di Governo o dal Ministro degli esteri;

l'Italia, pur avendo ricevuto un invito per una presenza del Governo ai suoi massimi livelli, ha deciso di essere rappresentata esclusivamente dal Ministro della difesa;

il dibattito pubblico della Conferenza si è concentrato su temi di straordinaria attualità: dalle relazioni tra Nato e Russia, ai programmi nucleari iraniani, dall'Afghanistan al Medio Oriente, dalla stabilizzazione dei Balcani al programma di scudo antimissile americano nell'Europa dell'Est, fino al rilancio di un impegno internazionale per il disarmo e la non proliferazione nucleare;

si è trattato, inoltre, di un'occasione assai importante per svolgere incontri bilaterali tra tutti i protagonisti della Conferenza, a partire dal rappresentante della nuova amministrazione americana, il Vice Presidente Joe Biden;

risulta che il Ministro della difesa italiano abbia avuto, a margine della Conferenza di Monaco, incontri bilaterali soltanto con i Ministri della difesa della Svizzera e del Montenegro, oltre al rappresentante USA Richard Holbrooke, inviato speciale del Governo degli Stati Uniti in Afghanistan e Pakistan -:

quali valutazioni abbiano indotto il Governo a non partecipare alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco con la presenza del Presidente del Consiglio o del Ministro degli esteri, circostanza che avrebbe consentito di offrire un contributo politico di maggiore spessore, cogliendo anche l'opportunità di svolgere incontri bilaterali ai massimi livelli, insieme ad una prima presa di contatto qualificata con i rappresentanti della nuova amministrazione USA;

quali siano le valutazioni del Ministro della difesa sugli esiti della Conferenza di Monaco, con particolare riferimento al ruolo dell'Italia nei principali scenari di crisi internazionale in cui è impegnata, a partire dall'Afghanistan. (3-00385)