• Testo MOZIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.1/00112 [Crisi economica del comune di Catania]



Atto Camera

Mozione 1-00112 presentata da BRUNO CESARIO testo di giovedì 5 febbraio 2009, seduta n.127
La Camera,

premesso che:

la Città di Catania vive una situazione di drammatica crisi economica;

le condizioni di vita della popolazione, come impietosamente evidenziate da recenti ricerche riportate da autorevoli quotidiani, la pongono al 96o posto tra i 103 capoluoghi di provincia;

come riportato da autorevoli fonti di stampa, il «buco» nei conti del Comune di Catania ammonterebbe ad oltre 357 milioni di euro;

sul dissesto economico della città la procura della Repubblica ha avviato un'inchiesta che ha portato alla consegna di 47 avvisi di garanzia ad altrettanti esponenti dell'amministrazione comunale, ad iniziare dall'ex sindaco Scapagnini;

in un momento di crisi economica globale e di gravi disagi soprattutto per le fasce più deboli della popolazione, il Governo anche contro il parere di autorevoli esponenti del Popolo della Libertà, ha stanziato la enorme somma di 140 milioni di euro, che peraltro non sembrano nemmeno sufficienti ad evitare il dissesto finanziario del Comune;

le pesanti irregolarità nella gestione delle risorse pubbliche impongono una riflessione sulla sussistenza degli estremi per lo scioglimento del consiglio comunale di Catania,
impegna il Governo:
a valutare se sussistano i presupposti, ai sensi dell'articolo 141, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, «Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali», per lo scioglimento del consiglio comunale di Catania per gravi motivi di ordine pubblico;

ove, pur condividendo le motivazioni di cui in premessa, non ritenesse di avviare immediatamente le procedure per la rimozione del sindaco e lo scioglimento del consiglio comunale di Catania, ad inviare a Catania una commissione ministeriale con ampi poteri di accertamento e indagine nell'ambito delle proprie competenze;

a riferire sulla questione alla Camera dei deputati con la massima urgenza.

(1-00112)
«Cesario, Piccolo, Cardinale, Giacomelli, Grassi, Sarubbi, Mosella, Graziano, D'Antoni, Oliverio, Bossa, Cuomo, Meta, Bocci, Mario Pepe (Pd)».