• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/00938 PINI. - Al Ministro degli affari esteri. - Per sapere - premesso che: fra la Repubblica italiana e la Repubblica di San Marino dal 1991 vige una Convenzione Bilaterale in...



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Commissione 5-00938 presentata da GIANLUCA PINI
martedì 3 febbraio 2009, seduta n.125
PINI. - Al Ministro degli affari esteri. - Per sapere - premesso che:


fra la Repubblica italiana e la Repubblica di San Marino dal 1991 vige una Convenzione Bilaterale in materia di rapporti finanziari e valutari;



nonostante ciò, sono state intraprese da parte di organismi istituzionali italiani decisioni in contrasto con il testo della Convenzione del 1991 in materia di operatività fra istituti di credito della Repubblica di San Marino ed omologhi della Repubblica italiana;



la Corte di Cassazione, con sentenza del dicembre 2008 (emessa sulla base di un ricorso effettuato da un istituto di credito sanmarinese) ha dichiarato valida a tutti gli effetti la citata Convenzione Bilaterale del 1991;



tale situazione sta arrecando un enorme danno al territorio italiano circostante la Repubblica di San Marino ed in particolare al tessuto economico e finanziario che rischia di vedersi privato di ingenti risorse finanziarie provenienti dalle banche sanmarinesi e depositate presso le banche italiane della Romagna e delle Marche;



tali risorse risultano fondamentali per affrontare in primis la crisi creditizia degli stessi istituti italiani di credito;


da notizie di stampa si apprende che dal 16 febbraio 2009 verrà addirittura sospesa ogni operatività anche su bancomat e carte di credito emesse da ICREA a favore di cittadini sanmarinesi;



risultainverosimile all'interrogante che possano configurarsi gli estremi del riciclaggio di denaro attraverso carte di credito e bancomat;



salvo interventi urgenti da parte del Governo italiano, le aziende sanmarinesi con conti correnti in istituti di credito italiani risulterebbero, alla data del 16 febbraio 2009, impossibilitate a pagare gli stipendi agli stessi lavoratori italiani impiegati nella Repubblica di San Marino se non con un notevole aggravio di costi a carico degli stessi lavoratori;



la Repubblica di San Marino in sede di WTO e di altri numerosi organismi internazionali ha sempre sostenuto le posizioni italiane, non ultima la candidatura di Milano a Expò 2015 -:



quali azioni il ministro degli esteri abbia intrapreso per quanto di sua competenza per ripristinare, nel pieno rispetto delle normative, l'operatività economica e finanziaria tra i due stati. (5-00938)