• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/02212 POLLEDRI. - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. - Per sapere - premesso che: a seguito delle abbondanti nevicate della notte del 6 e dell'intera giornata...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-02212 presentata da MASSIMO POLLEDRI
martedì 3 febbraio 2009, seduta n.125
POLLEDRI. - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. - Per sapere - premesso che:

a seguito delle abbondanti nevicate della notte del 6 e dell'intera giornata del 7 gennaio 2009 quasi tutti i Sindaci dei comuni della provincia di Piacenza hanno emesso ordinanze per la chiusura delle scuole per il giorno 8 gennaio 2009 (qualcuno anche per il giorno 9 gennaio 2009);

le motivazioni a supporto di tali ordinanze, descritte nelle premesse, fanno riferimento specifico alle difficoltà dei mezzi di trasporto comunale per gli studenti e alla salvaguardia della incolumità degli stessi;

l'atto amministrativo straordinario era indirizzato alla sospensione delle attività didattiche e non di servizi di altra natura, anche perché era ben evidenziata la frase «per le motivazioni espresse in premessa»;

i mezzi di trasporto pubblico hanno funzionato regolarmente, con qualche ovvio ritardo, raggiungendo tutti i capoluoghi comunali, anche quelli di montagna;

tutti gli uffici pubblici sono risultati aperti in ogni paese, anche di montagna;

in diverse scuole, a seguito delle ordinanze sindacali citate, è stata disposta anche la chiusura degli uffici amministrativi e dei servizi ausiliari;

secondo l'interrogante la chiusura degli uffici amministrativi scolastici, a seguito di un'interpretazione errata del testo dell'ordinanza comunale, avrebbe determinato l'interruzione di un pubblico servizio,con un danno per l'erario, dato che tutti gli altri uffici pubblici erano regolarmente funzionanti, come anche i servizi di trasporto pubblico -:

come si giustifichi la chiusura degli uffici amministrativi e la sospensione dei servizi ausiliari scolastici nella provincia di Piacenza posto che tutti gli altri uffici statali, regionali, provinciali e comunali erano regolarmente funzionanti e il servizio di trasporto pubblico regolare;

quali azioni intenda intraprendere il Ministro nei confronti delle Istituzioni scolastiche che hanno agito in modo, secondo l'interrogante, illegittimo.(4-02212)