• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/00827 ZAZZERA, BARBATO, SCILIPOTI, CIMADORO e PIFFARI. - Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. - Per sapere - premesso che: il giorno 13...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in Commissione 5-00827 presentata da PIERFELICE ZAZZERA
giovedì 8 gennaio 2009, seduta n.111
ZAZZERA, BARBATO, SCILIPOTI, CIMADORO e PIFFARI. - Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. - Per sapere - premesso che:



il giorno 13 novembre 2008 diverse testate giornalistiche hanno riportato la notizia del furto del dispositivo di memoria contenuto in un personal computer dell'Assessorato all'ecologia della Regione Puglia;



il dispositivo trafugato conteneva l'archivio informatico dei dossier ambientali della procedura di valutazione di impatto ambientale (VIA) relativa agli ultimi quattro anni;


in occasione del furto summenzionato l'Assessore regionale all'ambiente Michele Losappio ha dichiarato in un'intervista rilasciata a La Repubblica di Bari che si è trattato di «un lavoro da professionisti che non può che essere stato compiuto quando gli uffici erano chiusi», che «nella sede dell'Assessorato non sono stati trovati segni di scasso» e che l'episodio è «inquietante e di una gravità inaudita»;


il furto è avvenuto proprio mentre è in atto uno scontro durissimo tra la Regione Puglia da una parte e l'Ilva di Taranto ed il Ministro per l'ambiente Stefania Prestigiacomo dall'altra;


la sottrazione dell'intero archivio informatico delle valutazioni di impatto ambientale non soltanto comporta la fuga di notizie riservate ma anche l'irrimediabile perdita dei preziosi dati, frutto di anni di ricerche ed indagini, considerato che secondo quanto riportato da un articolo di la Repubblica, edizione di Bari, del 13 novembre 2008 non esisterebbe una copia digitale dell'archivio;


il furto della banca dati rischia pertanto di alterare procedure in corso, come quella relativa al prossimo rilascio da parte dell'Assessorato all'ecologia della Regione Puglia del parere sul termovalorizzatore della Eco Energia srl (Gruppo Marcegaglia) nel Comune di Modugno sito in un'area soggetta a vincolo idrogeologico e sottoposta a sequestro da parte dell'autorità giudiziaria il 22 settembre 2008;


nello stesso archivio ci sarebbe la procedura di VIA del sito di Grottelline a Spinazzola della ditta Tradeco e Cogeam Marcegaglia sottoposta a sequestro giudiziario da parte del Tribunale di Trani e dell'inceneritore di Massafra, anch'esso della ditta Marcegaglia -:


se il Ministro interrogato non intenda accertare se il furto del dispositivo di memoria contenuto nel computer dell'Assessorato all'ecologia della Regione Puglia contenente l'archivio informatico dei dossier ambientali della procedura di valutazione di impatto ambientale (VIA) abbia comportato la definitiva perdita dei preziosi dati.(5-00827)