• Testo RISOLUZIONE IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.7/00104 Le Commissioni riunite V e VII, premesso che: nel bilancio dello Stato risultano iscritte in conto residui le somme dei contributi erogati ai sensi dell'articolo 1, commi 28 e 29,...



Atto Camera

Risoluzione in Commissione 7-00104 presentata da GIOACCHINO ALFANO
venerdì 19 dicembre 2008, seduta n.108
Le Commissioni riunite V e VII,
premesso che:
nel bilancio dello Stato risultano iscritte in conto residui le somme dei contributi erogati ai sensi dell'articolo 1, commi 28 e 29, della legge n. 311 del 2004 (legge finanziaria per il 2005) per tutelare l'ambiente e i beni culturali e promuovere lo sviluppo economico e sociale del territorio da considerarsi revocate in quanto riferite ad enti beneficiari che non hanno provveduto, entro i previsti termini perentori, agli adempimenti posti a loro carico dai decreti del Ministro dell'economia e delle finanze 18 marzo 2005, 7 marzo 2006, 29 novembre 2007 attuativi delle medesime disposizioni;
gli importi dei contributi revocati ammontano complessivamente a 19.863.000 euro;
le disposizioni sopra richiamate della legge n. 311 del 2004, sono state abrogate dall'articolo 3, comma 24, della legge n. 244 del 2007 (legge finanziaria per il 2008);
successivamente l'articolo 47 del decreto-legge n. 248 del 2007 e il comma 9-quinquies dell'articolo 4 del decreto-legge n. 97 del 2008 hanno prima differito l'abrogazione al 1o agosto del 2008 e quindi consentito la conservazione in bilancio delle relative risorse fino al 30 settembre 2008;
l'articolo 2, comma 1-bis, del decreto-legge 1o settembre 2008, n. 137, recante disposizioni urgenti in materia di istruzione e università, ha stabilito di destinare tali risorse al finanziamento di interventi per l'edilizia scolastica e la messa in sicurezza degli istituti scolastici ovvero di impianti e strutture sportive dei medesimi;
la medesima disposizione prevede che al riparto delle risorse, con l'individuazione degli interventi e degli enti destinatari, si provvede con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, in coerenza con apposito atto di indirizzo delle Commissioni parlamentari competenti per materia e per i profili finanziari;
risulta necessario che ciascun ramo del Parlamento provveda in tempi rapidi a ripartire quota parte delle predette risorse; impegna il Governo ad attenersi, ai fini dell'assegnazione della quota dei contributi già revocati oggetto della presente risoluzione, alle priorità di cui all'elenco 1.
(7-00104) «Gioacchino Alfano, Granata, Bitonci, Goisis».