• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/00672 LANZILLOTTA. - Al Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione, al Ministro per la semplificazione normativa. - Per sapere - premesso che: il comma 636 dell'articolo 2...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in Commissione 5-00672 presentata da LINDA LANZILLOTTA
mercoledì 26 novembre 2008, seduta n.093
LANZILLOTTA. - Al Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione, al Ministro per la semplificazione normativa. - Per sapere - premesso che:

il comma 636 dell'articolo 2 della legge finanziaria 2007 approvato nella scorsa legislatura, aveva stabilito che entro 180 giorni dall'entrata in vigore di quella legge, e quindi entro il 30 giugno 2008, sarebbero stati soppressi 11 enti (indicati in un elenco allegato comprendente, tra gli altri, l'unione italiana tiro a segno, l'ente opere laiche palatine pugliese, il pio istituto elemosiniere, l'opera nazionale figli degli aviatori, ecc.) nel caso in cui entro quella data non si fosse proceduto al loro riordino;

non essendo intervenuto il riordino quegli enti sarebbero già dovuti essere stati soppressi ma ciò non è avvenuto in quanto nella nuova legislatura Governo e maggioranza con il comma 1 dell'articolo 26 decreto-legge n. 112 del 2008 convertito con modificazioni, con legge n. 133 del 2008 hanno stabilito che entro il 20 novembre 2008 sono soppressi di diritto tutti gli enti con dotazione organica inferiore alle 50 unità salvo quelli eventualmente confermati con decreti dei ministri della pubblica amministrazione e della semplificazione mentre per quelli con dotazione organica superiore il termine è fissato al 31 marzo 2009;

la crisi economica e finanziaria impone di procedere con urgenza a tagliare la spesa pubblica improduttiva;

il termine del 20 novembre è ormai scaduto -:

quali enti risultino soppressi ai sensi della citata legge e quali risultino invece essere stati confermati con decreto interministeriale.(5-00672)