• Testo della risposta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/00268 BORGHESI. - Al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro per i beni e le attività culturali. - Per...



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata venerdì 5 settembre 2008
nell'allegato B della seduta n. 049
All'Interrogazione 4-00268 presentata da
ANTONIO BORGHESI
Risposta. - Con l'interrogazione in esame, l'interrogante rileva che i campeggi di proprietà privata che occupano la sponda orientale del Lago di Garda, collocata nell'ambito territoriale del comune di Lazise (Verona), dichiarerebbero redditi esigui.

Al riguardo, l'interrogante assume che tra i campeggi che insistono nella predetta area, quelli di proprietà comunale dichiarerebbero un reddito imponibile pari a circa il 50 per cento degli incassi. Gli altri, gestiti da privati, invece, dichiarerebbero un reddito imponibile pari al 10 per cento degli incassi. Ciò si porrebbe in contrasto con quanto emerge dall'esperienza empirica in base alla quale la gestione privata sarebbe caratterizzata da una maggiore efficienza e produttività rispetto a quella pubblica.

In merito, l'Agenzia delle entrate ha comunicato di aver compiuto una verifica sui dati fiscali - così come risultanti dal sistema dell'anagrafe tributaria - relativi ai campeggi aventi sede nella regione Veneto e in particolare su quelli presenti nel territorio del comune di Lazise (Verona), per i periodi d'imposta 2004, 2005 e 2006.
Al riguardo, è risultato che, specificatamente per il periodo d'imposta 2005, sono state presentate nella regione Veneto, dai soggetti esercenti attività di campeggio (codice attività 55220), n. 161 dichiarazioni con un volume d'affari complessivo ai fini IVA di euro 163.558.175,00, ricavi dichiarati pari a euro 176.206.824,00, e redditi dichiarati per il complessivo ammontare di euro 24.542.747,00 con un conseguente quoziente di redditività sui ricavi calcolato pari al 13,92 per cento ed un reddito medio regionale dichiarato dalla categoria pari ad euro 162.535,00.

È stato, inoltre, precisato che la suddetta percentuale di redditività media regionale del 13,92 per cento varia notevolmente da soggetto a soggetto in ragione della diversa tipologia di campeggi a cui si riferisce (campeggi al mare con stagione più lunga, campeggi di montagna, campeggi ai laghi, campeggi alla periferia della città). Per la provincia di Verona la redditività media del 2005 si attesta sul 18 per cento ed il reddito medio dichiarato risulta pari ad euro 171.934,00.

L'Agenzia delle entrate ha altresì provveduto ad assumere informazioni presso gli Uffici amministrativi del comune di Lazise (Verona), che hanno evidenziato come lo stesso non presenti dichiarazione dei redditi e che l'attività di campeggio viene dichiarata solo ai fini IVA nell'intercalare n. 6 della dichiarazione stessa.

Pertanto, non risultando dalla contabilità comunale l'eventuale imponibile riferibile alla conduzione del campeggio, non è stato possibile confrontare i dati esposti nell'intercalare IVA del Comune con quelli esposti nelle dichiarazioni fiscali presentate dai soggetti privati che gestiscono i campeggi individuati nella suddetta zona geografica.


L'Agenzia delle entrate ha, inoltre, provveduto a segnalare le posizioni relative al comune di Lazise, all'Ufficio di Caprino Veronese (Verona) competente per territorio e alla locale Tenenza della Guardia di Finanza di Bardolino (Verona), per la realizzazione di un'attività di controllo diretta o in collaborazione con la Guardia di Finanza, in particolare sui soggetti a minore redditività dichiarata.




Il Sottosegretario di Stato per l'economia e per le finanze: Daniele Molgora.