• Testo INTERPELLANZA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.2/00012 POLI BORTONE - Al Presidente del Consiglio dei ministri e al Ministro per i beni e le attività culturali - Premesso che: il XIV Ente lirico d'Italia è stato costituito con legge dell'11...




Atto Senato

Interpellanza 2-00012
presentata da
ADRIANA POLI BORTONE
giovedì 12 giugno 2008 nella seduta n.018

POLI BORTONE - Al Presidente del Consiglio dei ministri e al Ministro per i beni e le attività culturali - Premesso che:

il XIV Ente lirico d'Italia è stato costituito con legge dell'11 novembre 2003, n. 310, recante il titolo «Costituzione della "Fondazione lirico-sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari", con sede in Bari, nonché disposizioni in materia di pubblici spettacoli, fondazioni lirico-sinfoniche e attività culturali», pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 267 del 17 novembre 2003;

tale Ente è, come gli altri operante nel settore musicale, di prioritario interesse nazionale, sottoposto alle disposizioni della legge 14 agosto 1967, n. 800, del decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, e del decreto-legge 24 novembre 2000, n. 345, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 gennaio 2001, n. 6 (articolo 1, comma 1);

la legge n. 310 del 2002 ha anche espressamente dichiarato che questo ente «acquisisce, previo accordo con gli enti pubblici territoriali interessati, i diritti d'uso esclusivo sul Teatro Petruzzelli di Bari, in conformità al Protocollo d'intesa, sottoscritto a Roma il 21 novembre 2002, tra la regione Puglia, la provincia ed il comune di Bari e le parti private» (art. 1, comma 6);

come risulta anche dal dibattito parlamentare, la legge n. 310 del 2003 fu votata all'unanimità perché il teatro Petruzzelli è di proprietà privata, come il marchio che ne designa le qualità e prerogative delle attività artistiche di interesse pubblico, e non era possibile affidare alla mano pubblica la sua gestione se non in base all'intesa già raggiunta con gli enti locali;

il comma 6 dell'articolo 1 della legge n. 310 del 2003 è stato abrogato dal decreto-legge n. 262 del 2006, convertito con modificazioni dalla legge n. 286 del 2006;

la disposizione che abroga il comma 6 dell'art. 1 della legge n. 310 del 2003, cioè il collegamento tra il XIV Ente lirico d'Italia e il teatro Petruzzelli tramite l'intesa raggiunta fra gli enti locali e la proprietà privata, è collocata negli articoli del decreto-legge n. 262 del 2006, i quali hanno disposto l'esproprio del teatro Petruzzelli;

la Corte costituzionale, con sentenza n. 128 del 2008 ha dichiarato costituzionalmente illegittima tale espropriazione;

perciò, attualmente, il XIV Ente lirico d'Italia, "Fondazione lirico-sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari", con sede in Bari, non ha alcun collegamento con il teatro Petruzzelli; non ha alcun collegamento con la proprietà dell'immobile in cui ha sede il teatro; non ha alcun collegamento con l'azienda teatrale e con il suo marchio; non ha alcun collegamento con le qualità e prerogative di rilevanza pubblicistica del teatro e delle sue attività perché anche queste sono di appartenenza privata, come risulta da sentenze passate in giudicato, emesse anche nei confronti del Ministero, della Regione, della Provincia e del Comune di Bari,

l'interpellante chiede di sapere se il Governo intenda chiarire con urgenza quali provvedimenti abbia assunto e quali interventi intenda promuovere per la gestione delle attività artistiche di interesse pubblico del teatro Petruzzelli e le relative sovvenzioni pubbliche a tal fine specifico destinate.

(2-00012)