• Testo della risposta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/00720 REGUZZONI. - Al Ministro dell'interno. - Per sapere - premesso che: il Comune di Uboldo è interessato da oltre 11 mesi da una gestione commissariale, conseguente...



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata lunedì 24 novembre 2008
nell'allegato B della seduta n. 091
All'Interrogazione 4-00720 presentata da
MARCO GIOVANNI REGUZZONI
Risposta. - Come noto, le liste denominate «Il centro sinistra di Uboldo» e «Il centro destra» sono state escluse dalle elezioni comunali di Uboldo (Varese), svoltesi nei giorni 27 e 28 maggio 2007, per effetto delle deliberazioni adottate dalla quarta sottocommissione elettorale circondariale di Busto Arsizio.
Avverso tale esclusione i presentatori di entrambe le liste hanno proposto ricorso al Tribunale amministrativo regionale competente, chiedendo la sospensione delle richiamate deliberazioni. Successivamente, con sentenza n. 6159 del 2007, depositata il 23 ottobre 2007, il Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia di Milano - IV Sezione, ha accolto il ricorso proposto, ai sensi dell'articolo 83/II del decreto del Presidente della Repubblica n. 570 del 1960, dai rappresentanti della lista «Il Centrosinistra per Uboldo», che era stata esclusa dalle consultazioni, e, per l'effetto, ha annullato le impugnate elezioni e ordinato la rinnovazione delle operazioni elettorali nel comune di Uboldo.
In conseguenza di tale decisione, il Prefetto di Varese ha dovuto provvedere alla nomina di un commissario prefettizio, ai sensi dell'articolo 85 del citato Decreto del presidente della repubblica per assicurare l'amministrazione dell'Ente nelle more del rinnovo delle elezioni.
Nel caso di Uboldo, poiché il Consiglio di Stato, con dispositivo di sentenza del 24 giugno 2008, ha respinto l'appello proposto contro la citata sentenza del TAR Lombardia, le consultazioni per il rinnovo degli organi elettivi del predetto comune potranno essere inserite nel turno ordinario della primavera 2009, qualora la predetto decisione, che non risulta ancora depositata per esteso, abbia conseguito, entro il termine del 24 febbraio 2009, la prescritta definitività.
Pur comprendendo l'esigenza di favorire quanto più possibile la rapida ricostituzione degli organi di governo democraticamente eletti, si rammenta in proposito la legge 7 giugno 1991, n. 182 (articoli 1, 2 e 3) che ha introdotto il turno annuale di elezioni stabilendo che le elezioni amministrative provinciali e comunali, si svolgano in una domenica compresa tra il 15 aprile e il 15 giugno, previsione che, nell'abolire la tornata elettorale autunnale sostituendola con un unico turno annuale, ha inteso così realizzare delle positive economie sui costi economici e amministrativi per la gestione dell'intero procedimento elettorale.


Il Sottosegretario di Stato per l'interno: Michelino Davico.