• Testo della risposta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/00802 IANNARILLI. - Al Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali. - Per sapere - premesso che: il Ministero della salute, con ordinanza del 12 aprile 2008 recante...



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata lunedì 24 novembre 2008
nell'allegato B della seduta n. 091
All'Interrogazione 4-00802 presentata da
ANTONELLO IANNARILLI
Risposta. - Con riferimento a quanto premesso nell'interrogazione in esame, si precisa che la malattia vescicolare del suino, malattia presente in Italia da molti anni, determina notevoli problemi al settore suinicolo, dovuti in particolare alle restrizioni alla movimentazione degli animali ed alle restrizioni sulle esportazioni di prodotti a base di carne suina, in particolare verso i Paesi terzi.
Deve precisarsi, inoltre, che i suddetti Paesi richiedono sempre maggiori garanzie per scongiurare l'eventuale introduzione della malattia vescicolare del suino sui propri territori.
La persistenza di tale malattia in Italia è correlata soprattutto a specifiche attività produttive/commerciali che insistono sul nostro territorio, in particolare le stalle di sosta; poiché queste stalle si sono dimostrate un punto nodale per la persistenza e la diffusione della malattia vescicolare in Italia, specialmente in determinate realtà zootecniche, la Commissione europea ha richiesto l'applicazione di misure di profilassi più rigide nei confronti di tali strutture, quale condizione per l'approvazione finanziaria del piano nazionale di eradicazione.
Pertanto, le attività di sorveglianza e vigilanza presso le stalle di sosta sono state implementate, e a tal fine, tra l'altro, è stata emanata l'ordinanza ministeriale 12 aprile 2008 che rende operativo il piano di eradicazione approvato dalla Commissione europea con la decisione 2007/782/CE del 30 novembre 2007.
Il Ministero sta predisponendo le relative linee guida interpretative dell'ordinanza, con l'obiettivo di definire con maggior precisione le varie tipologie produttive, incluse anche le strutture che commercializzano suini «da vita», con l'indicazione delle corrette attività di sorveglianza e vigilanza a cui dovranno sottoporsi.
Le linee guida, che comporteranno, di fatto, una modifica del piano di eradicazione della malattia vescicolare del suino, già approvato per l'anno 2008 ed in corso di approvazione per l'anno 2009, saranno inviate alla Commissione europea per l'approvazione, nel rispetto dei limiti posti dalla legislazione comunitaria.
Al riguardo, si precisa che sono in corso riunioni con i rappresentanti delle Regioni e delle associazioni di categoria, al fine di risolvere le problematiche correlate all'applicazione della suddetta ordinanza ed in particolare quelle inerenti le stalle di sosta, fatta salva comunque l'approvazione definitiva da parte dell'organo comunitario.

Il Sottosegretario di Stato per il lavoro, la salute e le politiche sociali: Francesca Martini.