• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.0/00949/099/ ... premesso che: l'articolo 66 del provvedimento reca disposizioni inerenti alle assunzioni ed alla stabilizzazione di personale precario di alcune pubbliche amministrazioni (tra...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/949/99/05 presentato da VINCENZO OLIVA
mercoledì 30 luglio 2008, seduta n. 036

La 5 Commissione,
premesso che:
l'articolo 66 del provvedimento reca disposizioni inerenti alle assunzioni ed alla stabilizzazione di personale precario di alcune pubbliche amministrazioni (tra cui il Corpo nazionale dei vigili del fuoco), volte a contenere ulteriormente il turn-over;
il Corpo nazionale dei vigili del fuoco ha una dotazione organica teorica di 34.661 unità, di cui, 29.838 nell'area operativa e tecnica, 821 nell'area direttiva e della dirigenza, 4.002 nell'area amministrativa ed informatica;
nel corso degli ultimi anni i potenziamenti della dotazione organica non hanno coperto, se non in misura residuale, gli avvenuti pensionamenti, tanto è vero che, allo stato attuale, ovvero esaurite le disponibilità dei potenziamenti succitati, permane una carenza strutturale di circa 700 unità;
per fronteggiare le più urgenti esigenze del servizio in relazioni ai molteplici compiti istituzionali del Corpo in materia di soccorso tecnico urgente alla popolazione e di protezione civile, si rende necessario in via transitoria potenziare gli organici assumendo gli idonei di concorsi pubblici già espletati;
a tale esigenza ha prontamente risposto il Governo che, nel corso del Consiglio dei Ministri del 18 giugno 2008, su proposta del Ministro dell'interno, ha autorizzato l'assunzione di 802 unità operata attraverso la stabilizzazione di volontari, cui è seguita la pronta richiesta alle direzioni regionali dei vigili del fuoco dei nominativi degli idonei alla stabilizzazione;
a seguito dell'ultima proroga prevista dall'articolo 24-bis della legge 28 febbraio 2008, n. 31, è attualmente aperta e valida ai fini delle assunzioni la graduatoria dei 1.000 candidati risultati idonei nel concorso indetto con decreto direttoriale in data 6 marzo 1998, per 184 posti nel profilo professionale di vigile permanente nel CNVVF, che attendono fino al 31 dicembre di quest'anno di poter essere assunti;
l'impegno economico sostenuto dallo Stato per l'espletamento del suddetto concorso pubblico non ha poi portato, a distanza di dieci anni, all'assunzione degli idonei;
come si evince, oltre che dalle linee programmatiche, anche dal tenore dei propri provvedimenti, il ministro della funzione pubblica ha ribadito la necessità di accedere ai profili del pubblico impiego attraverso il ricorso alle procedure concorsuali;
è inoltre in itinere la prova motoria della procedura di stabilizzazione del personale precario nel CNVVF che determinerà l'assunzione di circa 1.200 unità permanenti entro i prossimi mesi ed inoltre sembra essere in itinere la pubblicazione di un bando di concorso pubblico per l'assunzione di circa 800 unità nel Corpo;
sul totale delle assunzioni da effettuarsi nel solo 2008, 1.135 saranno riservate al personale «precario» dei VVF, solo 52 proverranno dalla suddetta graduatoria dei 184 posti (meno del 4 per cento), 52 dalla graduatoria per ex VVA del 2005, 52 dalla graduatoria VVA del 2006, 60 da idonei volontari in ferma breve;
tale criterio di assunzione, nell'attingere da una sola graduatoria con una percentuale superiore a quella prevista dalla normativa vigente viola palesemente i princìpi sanciti nel parere della funzione pubblica secondo il quale: «Se è vigente e valida la graduatoria di un concorso, le assunzioni da stabilizzazioni non possono superare il 50 per cento delle nuove assunzioni nell'anno in corso», e questo secondo il principio dell'adeguato accesso dall'esterno ed il principio costituzionale sancito dall'articolo 97, terzo comma, sull'accesso al pubblico impiego mediante pubblico concorso,
impegna il Governo:
ad attingere, in relazione a future assunzioni di vigili del fuoco, dalle graduatorie attualmente aperte, rispettando la loro scadenza e l'anzianità dei bandi di uscita, fino al loro completo esaurimento.
(0/949/99/5)
OLIVA, PISTORIO