• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.0/00949/111/ ... in sede di discussione del disegno di legge di conversione del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/949/111/05 presentato da MAURIZIO SAIA
mercoledì 30 luglio 2008, seduta n. 036

La 5 Commissione,
in sede di discussione del disegno di legge di conversione del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria;
premesso che:
l'articolo 83 del decreto-legge n. 112 del 25 giugno 2008 prevede una serie di misure tendenti al rafforzamento delle strategie di contrasto all'evasione fiscale attraverso:
a) piani di controllo sul corretto adempimento degli obblighi di natura fiscale e contributiva dei soggetti non residenti e di quelli residenti ai fini fiscali da meno di 5 anni;
b) un'ottimizzazione delle risorse al fine di incrementare la capacità operativa destinata all'attività di prevenzione e repressione dell'evasione fiscale di almeno il 10 per cento rispetto alla media impiegata agli stessi fini nel biennio 2007-2008;
c) l'incremento della capacità operativa degli addetti dell'Agenzia delle entrate, delle dogane e della guardia di finanza nelle attività di prevenzione e di repressione dei fenomeni di frode in materia di IVA nazionale e comunitaria;
d) un piano straordinario di controlli finalizzati all'accertamento sintetico;
dalla effettiva attuazione delle predette misure è atteso un recupero significativo di evasione, obiettivo questo unanimemente condiviso e per il cui raggiungimento è richiesto un forte impegno delle agenzie fiscali;
le potenzialità delle Agenzie fiscali potrebbero risultare condizionate da altre misure contenute nel decreto-legge medesimo, tendenti a ridurre la spesa delle pubbliche amministrazioni, significativamente per la corresponsione di risorse legate alla produttività ed al raggiungimento degli obiettivi di Convenzione anche degli anni pregressi, l'assunzione di verificatori fiscali, la formazione e la riqualificazione degli addetti,
impegna il Governo,
a riconsiderare, compatibilmente con le disponibilità di bilancio, quanto previsto nel decreto-legge relativamente alle risorse stanziate ed agli organici dell'Amministrazione fiscale.
(0/949/111/5)
SAIA, AUGELLO, BONFRISCO, COLLI, DI STEFANO, ESPOSITO, LATRONICO, PICHETTO FRATIN, SANTINI