• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.3/00136 STRIZZOLO. - Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. - Per...



Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-00136 presentata da IVANO STRIZZOLO
martedì 16 settembre 2008, seduta n.050
STRIZZOLO. - Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. - Per sapere - premesso che:

nei mesi scorsi si è acuita la crisi dell'Alitalia, dopo le infruttuose ricapitalizzazioni degli anni precedenti e le gestioni costantemente in perdita, volta per volta comunque approvate dall'azionista;

dopo vari tentativi per realizzare una privatizzazione che salvaguardasse l'essenzialità del servizio di trasporto aereo, si era aperta una prospettiva per un accordo con l'unica offerta concreta avanzata al Tesoro da parte di Air France;

tale ipotesi è stata affossata - oltre che per responsabilità dei sindacati - per la pesante campagna propagandistica, circa la necessità di salvaguardare l'italianità della compagnia, portata avanti dall'attuale Presidente del Consiglio dei ministri durante la fase pre-elettorale dei mesi di marzo-aprile scorsi;

solo dopo più di quattro mesi dalle elezioni politiche è spuntata una cordata di imprenditori italiani disposta a rilevare gli assets produttivi della compagnia, al netto di tutte le passività di Alitalia, con l'inglobamento anche della compagnia aerea privata Air One;

le notizie di stampa e le dichiarazioni - spesso incomplete e contradditorie dei rappresentanti del Governo - circa i reali contenuti del progetto «Fenice» e le sue ricadute sul piano occupazionale (diretto e indotto), sulla ristrutturazione del settore aereo nazionale e sulle prospettive di sviluppo dei collegamenti internazionali non consentono di avere un quadro chiaro e trasparente sulle modalità di gestione dell'operazione, sulla tutela degli azionisti e dei creditori, sulla effettiva garanzia di salvaguardare un servizio pubblico di valenza strategica, senza gravare sui contribuenti e senza ridurre i collegamenti aerei soprattutto dalle regioni più periferiche verso Roma e Milano;

l'inglobamento di Air One fa venir meno l'unico concorrente interno ed è facile prevedere, soprattutto per alcuni aeroporti, un aumento dei prezzi dei biglietti e una riduzione del numero dei collegamenti rispetto agli attuali -:

quali siano gli esatti contenuti del piano «Fenice» per quanto attiene gli esuberi, la ricaduta sugli aeroporti medio-piccoli (tra i quali Ronchi dei Legionari in Friuli Venezia Giulia);

quali siano le motivazioni per cui si prevede l'inglobamento di Air One in tale operazione;

quali siano i criteri per stabilire futuri interventi del Governo nel caso in cui si determinino situazioni di crisi simili a quella di Alitalia;

quali siano gli oneri finali previsti a carico del bilancio dello Stato nell'ipotesi di attuazione concreta di quanto indicato dal piano «Fenice». (3-00136)